Cronaca » Cagliari

Cagliari, il dramma di una madre di 4 figli: "La mia faccia su un sito di incontri"

Mercoledì 12 Settembre alle 19:20


La foto rubata finita su Badoo

Scoprire per caso che qualcuno ha rubato una tua foto da Facebook per usarla impunemente su Badoo, uno dei più noti siti di incontri per uomini e donne single.

È quello che è capitato a Gianna Melis, titolare di un salone di bellezza a Cagliari, nonché consulente d'immagine e presentatrice di eventi musicali.

Una spiacevole sorpresa. Di più: "un'umiliazione", per una professionista conosciuta e apprezzata, oltretutto madre di 4 figli e già provata da un evento difficile da dimenticare: il naufragio della Costa Concordia.

"Ero su quella nave e sono scampata. Ora mi tocca questo. La vita è davvero piena di brutti imprevisti", spiega amareggiata a L'UnioneSarda.it, che l'ha raggiunta al telefono.

Poi il racconto dell'accaduto: "Qualche sera fa mi è arrivata una segnalazione da parte di un conoscente, che mi chiedeva come mai una persona come me avesse fatto un iscrizione a Badoo, il sito di incontri. Io sono rimasta senza parole".

E, dopo essere cascata dalla nuvole, Gianna ha chiesto spiegazioni. E allora le è stata mostrata l'immagine del profilo di una fantomatica "Sonia 37".

"Si tratta di una foto scattata un mese fa nel corso di un evento. Qualcuno me l'ha rubata. E ora questa cosa mi sta creando non pochi problemi di reputazione".

Così Gianna si è rivolta alla polizia postale.

"Ma mi hanno detto che il sito è basato all'estero, quindi non possono fare nulla se non interviene la magistratura. Dunque, d'accordo con il mio avvocato, domattina andrò a sporgere denuncia in Procura, affinché chi di dovere intervenga".

"Mi sento umiliata e ferita", aggiunge Gianna. "Ma soprattutto mi chiedo come è possibile che con tante leggi che tutelano la privacy questi ladri di identità possano mettere a rischio l'immagine e la serenità di una persona rispettabile".

Per il momento, dunque, Gianna incassa il colpo. Nell'attesa che chi di dovere intervenga e rimetta le cose a posto.

"Mi auguro che il responsabile o la responsabile di tutto questo possa essere smascherato e paghi penalmente per i danni che sta causando alla mia persona sia a livello professionale che famigliare".

Luigi Barnaba Frigoli

(Unioneonline)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

11 commenti

  • sette7 13/09/2018 13:04:21

    Non è possibile leggere certi commenti. Gianna Melis, che ha tutta la mia comprensione, deve anche raccogliere sciocchezze? Chi partorisce frasi quali "metti foto su internet per esibizionismo quindi peggio per te" probabilmente pensa che sia giusto irrompere in una villa, rubare tutto e torturare i proprietari che "così imparano, perché hanno la colpa di essere ricchi". Certi pensieri portano alla luce profonda ignoranza, cattiveria e drammatica insoddisfazione. Forza Gianna Melis. Alessio N.
  • Brent 13/09/2018 13:03:57

    La signora ha le idee molto confuse: il furto d'identità è una cosa ben diversa, si verifica quando usano le tue credenziali e i tuoi dati personali per effettuare operazioni online, se hanno fatto solamente copia-incolla di una foto che la signora ha incautamente pubblicato su Facebook ma non hanno utilizzato nome, cognome, numero di telefono, indirizzo e quant'altro, comunque come ha fatto il suo conoscente a trovarla su un sito di incontri?
  • Danix79 13/09/2018 10:39:30

    @user220888 gentile utente. Si denota, nel suo commento, una profonda ignoranza in materia. Per un attimo ho pensato che ci stesse perculando (prendendo in giro) poi ho capito che non ha idea di come funzionino certe cose. Saluti.
  • Prometeo59 13/09/2018 10:35:52

    Questi sono i social e chi li usa lo fa a suo rischio e pericolo. Io non mi iscriverò mai a f.b..e company. Buongiorno redazione
  • drugo 13/09/2018 10:14:29

    user220888 Ma che commenti sono? rivedi e correggi.
  • peso85 13/09/2018 09:45:41

    Suvvia, Internet è una Jungla e oramai solo un vecchio rimbambito non sa distinguere tra un account vero ed uno falso. Tanto più se si ha a che fare con belle persone, come è Lei, viene subito il dubbio che si tratti di un account farlocco. Faccia un sorriso e vada avanti come sempre, non vale la pena rodersi il fegato per questa roba.
  • user238614 13/09/2018 09:12:43

    Assurdo! Certa gente è malata! Che li rovini! Spacciarsi per chi non si è un reato. Danni morali salari.
  • user220888 13/09/2018 05:59:29

    Cara Gianna, chissa` come mai queste cose a me non sono mai sucesse, ne a me e ne hai miei figli , se non avresti postato la tua foto su Facebook tutto questo non sarebbe accaduto, quindi la colpa di tutto questo , e` solo tua, per le tue manie di esibizionismo. Non ho Facebook, sono una madre di famiglia, e ho sempre vietato hai mie bambini l `iscrizione a queste idiozie, quando saranno magiorenni saranno loro a prendersi le loro responsabilita`, ora non lamentarti e non fare Lesibizionista
  • nagasaki 12/09/2018 23:27:25

    Se si è giunti fino a questo bisogna specialmente le signore per bene onde evitare il furto della propria immagine usare sulla propria foto il water Mark.
  • shellerau 12/09/2018 23:19:29

    Tutto quello che va on line è facilmente copiabile e riutilizzabile da chiunque abbia accesso alla rete.......La Signora ha postato le foto, le ha rese pubbliche, molto probabilmente non conosceva i rischi della rete...come non li conosce la maggior parte delle persone che usano internet....la prossima volta sarà più attenta.