Cronaca » Provincia di Genova

Ponte di Genova, Toti: "Dal governo solo 'no'. La città affonda"

Martedì 11 Settembre alle 09:00 - ultimo aggiornamento alle 10:54


Giovanni Toti, presidente della Liguria (foto Ansa)

"Il governo vuole legittimamente rivedere le concessioni e il rapporto con la società Autostrade. Bene. Però Autostrade è una spa quotata in Borsa e partecipata da molte migliaia di italiani. Se qualcuno ha sbagliato non devono pagare i dipendenti o i piccoli azionisti, ma i vertici, le persone fisiche".

Così il governatore della Liguria Giovanni Toti sulla gestione post crollo del Ponte Morandi da parte del Movimento Cinque Stelle e del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli. Tragedia che il 14 agosto ha causato 43 morti e diversi disagi ancora irrisolti.

Il tweet polemico di Danilo Toninelli su Toti

"Nella mozione di maggioranza approvata giovedì scorso in Parlamento, c'è scritto che Autostrade è tenuta a ripristinare nel più breve tempo possibile la funzionalità dell'infrastruttura e ad accollarsi i costi di questo intervento così come stabilisce il contratto di concessione - prosegue Toti - La nostra idea di un'associazione temporanea d'imprese guidata da Fincantieri, con il progetto di Renzo Piano e il contributo di altre aziende del territorio, può fare avviare i lavori senza interferire con le valutazioni sul rinnovo delle concessioni o sul lavoro della magistratura per stabilire le responsabilità".

Il tweet di Giovanni Toti

Poi un commento sulla lentezza da parte del governo nel prendere decisioni concrete, mentre Genova ha bisogno di immediatezza e provvedimenti sicuri per la riscostruzione, ma soprattutto per sostenere gli sfollati: "Per uscire dall'impasse basterebbe chiarire il fatto che Autostrade, all'interno del consorzio di imprese, non può avere una posizione dominante, dev'essere l'ente pagatore con una quota molto bassa. Se il governo vuole aiutarci deve semplificare, non aggiungere altri soggetti: finora abbiamo ricevuto solo 'no'".

LA REPLICA DI TONINELLI - E la replica di Danilo Toninelli non è tardata ad arrivare nel corso di un'audizione alla Commissione Ambiente e Lavori Pubblici: "I lavori di ricostruzione del ponte non possono essere affidati ed eseguiti da chi giuridicamente aveva la responsabilità a non farlo crollare. Consentire ad Autostrade per l'Italia di ricostruire il ponte sarebbe una follia e sarebbe irrispettoso nei confronti dei familiari delle vittime del crollo del Morandi. La ricostruzione è il nostro primo obiettivo e nei prossimi giorni convocherò tutti i concessionari delle infrastrutture, chiedendo un programma dettagliato degli interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione".

(Unioneonline/M)

 
quel che resta del ponte morandi di genova (foto ansa)
Ponte Morandi, si dimette l'ispettore nominato da Toninelli: è tra i 20 indagati

 
l ad di autostrade rompe il plastico di renzo piano
Genova: "Ponte pronto nel 2019". E l'ad di Autostrade rompe il plastico di Renzo Piano

***

TOTI: "PONTE NUOVO ENTRO NOVEMBRE 2019"

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

6 commenti

  • user238504 11/09/2018 17:33:37

    Che governo imcapace. Autostrade si era impegnata a versare subito 500 mln di euro per il risarcimento della vittime ( 12 mln a persona vittima della strage) e a ricostruire il ponte entron 8 mesi. Conte disse che il rimborso minimo era di due Mld di euro, Di Maio che non avrebbero accettato elemosine. Al momento il governo ha stanziato 1, 5 mln di euro per le emergenze. Si renderà necessario un bando pubblico europeo per la ricostruzione del ponte. Minimo due anni. Governo gialloverde....
  • tamburello 11/09/2018 15:49:57

    toti, ti trema la poltrona? FORZA ITALIA E PD son destinati all estinzione...
  • sadam 11/09/2018 14:28:14

    Toti deve far vedere che vuole chiudere alla svelta tutta la questione, ma adesso all' opposizione fanno schiuma, quando hanno governato hanno fatto solo disastri e gli affari personali.
  • Giano 11/09/2018 12:22:20

    La strana logica italiota. Se una città ha problemi il sindaco accusa la Regione che non interviene. Se il problema interessa la Regione il governatore accusa il governo centrale, insensibile ai problemi locali. Se il problema riguarda le piccole comunità locali il governo accusa l’incapacità dei sindaci. Se il problema è nazionale governo e opposizione si accusano a vicenda. In Italia nessuno è colpevole. Siamo un paese S.r.l., a “responsabilità limitata" in cui tutti rompono, ma nessuno paga.
  • forgi 11/09/2018 11:55:48

    ....quello che non capisco e' perche' il presidente Toti è sempre sorridente. A me sembra ci sia poco da ridere
  • Brent 11/09/2018 11:40:23

    Toti sta facendo polemica sul nulla, giuridicamente non si può obbligare la società autostrade a ricostruire il ponte e nemmeno a pagare i danni finché una sentenza non avrà stabilito che la colpa del crollo è sua, però il governo può revocare la concessione in via cautelare, cosa che la società autostrade vorrebbe evitare a ogni costo, comunque andranno le cose è una partita molto più grande di Toti e quindi lui può solo stare a guardare