Cronaca » Italia

Divorzio, in Senato la proposta di legge che cancella l'assegno di mantenimento

Lunedì 10 Settembre alle 11:20 - ultimo aggiornamento alle 19:01


Immagine simbolo

È iniziato in Commissione Giustizia del Senato l'iter parlamentare del disegno di legge firmato dall'esponente della Lega Simone Pillon, che potrebbe cancellare l'assegno di mantenimento in caso di divorzio tra due coniugi.

La proposta di legge - che riscrive la norma sull'affido condiviso del 2006 - ha l'obiettivo di introdurre alcune modifiche con lo scopo di rimettere "al centro" delle decisioni per i figli "la famiglia e i genitori", si legge nella relazione di accompagnamento al Ddl.

Il provvedimento si ispira al principio della "bigenitorialità perfetta" e prevede che il mantenimento della prole spetti al 50% a entrambi i genitori, abolendo l'assegno di mantenimento al genitore "collocatario" (di solito è la madre).

Questo in quanto nel testo viene introdotto il "doppio domicilio per il minore": i figli vivranno per un tempo equamente diviso a casa della madre e del padre, eccetto accordi differenti tra i genitori.

In questo modo si garantisce, secondo norma, un rapporto equilibrato e continuativo con entrambe le figure genitoriali.

Infine, il testo dispone che i coniugi con figli minori per ottenere la separazione debbano essere, per legge, seguiti da un mediatore familiare.

Il ddl fissa la durata massima della mediazione a sei mesi e stabilisce che gli incontri con mediatore siano a pagamento.

(Unioneonline/F)

DITE LA VOSTRA:

 
Divorzio, giusto eliminare l'assegno di mantenimento?

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

11 commenti

  • Peppa_Piga 18/09/2018 13:11:05

    ahahahhha
  • rosalux 13/09/2018 20:14:35

    Mi dispiace, ma chi pensa che "solo i figli meritano assistenza economica" non è degno di avere una famiglia. Chi la pensa in questo modo dovrebbe lasciare in pace le donne e restar solo. Non avrebbe gatte da pelare e potrebbe godersi il suo stipendiuccio, magari ubriacandosi in qualche bettola.
  • Peppa_Piga 13/09/2018 09:59:43

    Io vedo mogli di operai che approfittano e guadagnano mantenimento, casa e figli e sfrattano il marito ridotto a un reddito da fame, usando poi i figli come armi psicologiche... Invece per legge obbligherei a dividere la casa in due appartamenti o se non possibile si vende, si divide il ricavato e ognuno per la sua strada. solo i figli meritano assistenza economica finchè non siano obbligati a trovarsi un minimo lavoro per rendersi autonomi
  • Utente_US 12/09/2018 19:31:58

    E magari anche rendere quanto hanno già percepito alcune fannullone.
  • rosalux 12/09/2018 11:25:01

    Peppa_Piga, ci sarà pure chi ne approfitta, per es. la moglie di Berlusconi, che si è ben sistemata. Ma chi non ha nulla e ha dedicato la sua vita alla famiglia che fine farebbe? Potrebbe scegliere tra il buttarsi a mare o fare la barbona. E poi provi a pensare se questa legge venisse applicata a una sua eventuale figlia, sorella, ecc. Le farebbe piacere vederle ridotte in miseria e buttate via come vecchie ciabatte?
  • Peppa_Piga 12/09/2018 09:20:34

    Ci sono troppe che ne approfittano a discapito di chi ne ha veramente bisogno! Quindi giusto così, per molte la separazione è un investimento vita natural durante!
  • rosalux 11/09/2018 14:31:41

    Concordo totalmente con Semur. Aggiungo poi che i figli diventerebbero dei "pacchi postali", con la scusa della "bigenitorialità perfetta". Ma uno dei problemi più seri riguarda le donne vittime di violenza. Hanno paura anche ora di chiedere il divorzio, figuriamoci con questa legge. Se dovesse passare questa porcata, consiglierei alle donne di non sposarsi e di cercarsi un lavoro. Vogliono dei figli? Li mettano al mondo ma diano loro il proprio cognome. E gli uomini si arrangino.
  • semur 10/09/2018 21:08:28

    Peppa_Piga allora, una donna rinuncia al lavoro, consigliata dal marito, per lavargli le mutande, accudire la famiglia, fare figli, ecc. un bel giorno, quando la moglie comincia ad invecchiare, lui trova una giovincella e fa in modo di chiedere il divorzio. a 50 e più anni questa si deve mettere a lavorare? e dove? e magari lasciare la casa coniugale messa su con sacrificio. legge bellissima
  • trabant 10/09/2018 18:37:21

    Speriamo che questa proposta di legge vada a buon fine. Secondo me è un’ottima cosa.
  • rosalux 10/09/2018 14:15:45

    Il profilo dell'ideatore di questa legge porcata fa rizzare i capelli. È uno degli animatori del Family Day, è tra quelli che ha consigliato il comizio con il rosario a Salvini, ha detto che nelle scuole di Brescia, dopo il Gender, sono arrivati a imporre la stregoneria. Ma quella che lui chiama "stregoneria", è una lezione in cui sono state raccontate ai bambini fiabe e racconti di tutto il mondo, per far conoscere agli scolari culture diverse dalla nostra. E' un leghista fanatico e ignorante