Cronaca » Domusnovas

Nuove iniziative dei pacifisti per contrastare attività ed esportazioni della Rwm

Sabato 08 Settembre alle 17:42


La recente iniziativa di alcune associazioni antimilitariste davanti a Montecitorio

Non accennano ad arrestarsi le iniziative di protesta contro l'attività e le esportazioni belliche della Rwm verso l'Arabia Saudita.

Le associazioni Sardegna Pulita, Cagliari Social Forum, Cobas, Adiquas Nuraxi Figus, Carlofortini Preoccupati e il sindacato Usb si preparano a varcare nuovamente il Tirreno dopo aver manifestato anche davanti a Montecitorio e depositato un esposto contro le esportazioni belliche verso l'Arabia Saudita poi consegnato anche al Consolato Tedesco di Cagliari e fatto pervenire ai massimi organi del Governo italiano.

L'esposto depositato in luglio al tribunale di Cagliari contro le esportazini belliche in Arabia Saudita
L'esposto depositato in luglio al tribunale di Cagliari contro le esportazini belliche in Arabia Saudita

Il nuovo obiettivo è la Reale Ambasciata dell'Arabia Saudita a Roma dove, il 19 settembre, il gruppo di antimilitaristi organizzerà un presidio.

"Terremo una conferenza stampa in cui illustreremo l'esposto contro l'Arabia Saudita depositato alla Corte Penale Internazionale per i massacri di bambini e civili nello Yemen" annuncia Angelo Cremone, portavoce di Sardegna Pulita. "Nell'occasione cercheremo di investire del problema anche il Presidente della Repubblica visto che le nostre richieste inviate al Governo non hanno ricevuto uno straccio di risposta. Triste constatare - aggiunge Cremone - che chi, quando era all'opposizione, chiedeva con gran forza la chiusura o la riconversione della Rwm (il riferimento è al Movimento Cinquestelle, ndr) ora faccia orecchie da mercante".

L'ultimo sit in tenuto nei pressi dello stabilimento bellico domusnovese
L'ultimo sit in tenuto nei pressi dello stabilimento bellico domusnovese

Quella romana non sarà l'unica iniziativa dei pacifisti: già pronta, per il 29 settembre, una nuova manifestazione di protesta a Domusnovas, nei pressi dello stabilimento di Matt'e Conti della Rwm Italia.

"Se qualcuno - conclude Angelo Cremone - spera in una fase di stanca o conta sull'arretramento dalle nostre posizioni sappia che si sbaglia di grosso: non ci fermeremo".

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

10 commenti

  • Clausdieter 09/09/2018 11:31:40

    Sarebbe più giusto, anche se inutile, protestare contro chi fa la guerra e butta le bombe. A produrre o qui o la non cambia un bel niente, perchè chi è intenzionato di usarle li trova ovunque. Ma è più comodo e meno rischioso protestare in casa. Fermando la produzione di bombe qui non si ferma la morte dei bimbi bombardati, gli ordigni avranno solo un'altra provenienza e non si risolto niente, anzi si porta povertà a chi ci lavora qui. Ma questo non interessa ai "salvatori del mondo"!
  • shamalaya 09/09/2018 10:34:37

    Ridicoli
  • odcandrea 09/09/2018 09:00:58

    Io vorrei sapere da chi sono finanziati. Andare a Roma e un costo non irrilevante per fare una manifestazione, dunque non tutti santerellini con lo Yemen.
  • Brent 09/09/2018 08:16:05

    Bravissimi, bisogna portare avanti questa protesta per far sapere a tutti chi sono questi fabbricanti di morte che astutamente sono venuti in Sardegna pensando di poter fare i loro affari loschi lontano da sguardi indiscreti e con la complicità di tanti miserabili di cui hanno messo a tacere le coscienze con uno stipendietto da operaio
  • user235835 09/09/2018 00:35:13

    Arrestateli questi quattro in cerca di notorieta
  • Clausdieter 08/09/2018 21:35:58

    Non hanno altro da fare?
  • nur 08/09/2018 19:13:42

    Tutte sigle di 4 elementi ciascuna,pacifinti in cerca di notorietà.
  • user235835 08/09/2018 18:38:05

    Ancora......... Sardegna Pulita, Cagliari Social Forum, Cobas, Adiquas Nuraxi Figus, Carlofortini Preoccupati e il sindacato Usb........Ma chi siete? Studiate! Documentatevi!
  • wing1250 08/09/2018 18:04:08

    un piccolo gruppetto di intimi . più che una protesta è una scampagnata .
  • wing1250 08/09/2018 18:00:11

    ma se sono cinque o sei ; nelle grandi occasioni una cinquantina.