Cronaca » Provincia di Biella

Insularità nella Costituzione, nel Biellese raccolte oltre 500 firme

Mercoledì 05 Settembre alle 10:48


La raccolta firme ai giardini "Zumaglini" di Biella

Sono più di 500 le firme raccolte nel Biellese nell'ambito del progetto per l'inserimento dell'insularità in Costituzione.

Grazie alle attività coordinate dal circolo "Su Nuraghe", in sintonia con la Federazione delle associazioni sarde in Italia, molti cittadini sono stati sensibilizzati al problema che si manifesta, primo fra tutti, nel campo dei collegamenti tra la Sardegna e la penisola, oltre che con il resto del mondo.

Un'occasione, quella della raccolta firme, per coinvolgere anche "i continentali non emigrati - come ha spiegato la presidente della Fasi, Serafina Mascia - a firmare per la proposta di legge. Perché la Sardegna è dei sardi ma anche di chi non è sardo".

(Unioneonline/s.s.)

 
Insularità, il 9 settembre si chiude la raccolta firme: "Grande successo"

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

5 commenti

  • user240269 05/09/2018 16:21:18

    Ribelle64, hai perfettamente ragione. Però dovresti anche sapere che la politica, anziché agevolare gli imprenditori ha fatto di tutto per ostacolarli fino a bloccarli. Se invece i politici fossero stati onesti imprenditori avrebbero anche dispensato lavoro. Scusa, ma di questi politicanti che sanno solo vendere fumo, cosa ce ne facciamo, non sarebbe meglio libercene una volta per tutte. Ma tu li difendi? Sei anche tu uno di loro?
  • be 05/09/2018 13:43:47

    siamo proprio sicuri che questa proposta venga presa in considerazione dal 1948 ad oggi MAI NESSUNA proposta è statata esaminata mi sa che anche questa finirà in qualche archivio del,p'arlamento
  • Ribelle64 05/09/2018 13:28:31

    Per:user240269 Il lavoro non lo crea e non lo distribuisce la politica, ma chi è deputato, se ne è capace e per vocazione, a farlo: vale a dire l'imprenditore, che, storicamente e culturalmente è carente in Sardegna.In ogni settore, specie quelli strategici per l'isola quali turismo, agricoltura, nuove tecnologie,etc.Se si continua a pensare alla politica come dispensatrice di lavoro, inteso,quindi, come favore, non basteranno cinquantamila "insularità", inserite in Costituzione,per ottenerlo..
  • Ribelle64 05/09/2018 12:11:29

    Mettere in Costituzione il concetto di insularità per la Sardegna e per le altre isole, è come dire, nella Carta Fondamentale, che la Terra ruota intorno al Sole..Che, di questi tempi, potrebbe anche essere messo in discussione..Effetti concreti e pratici: nessuno.
  • user240269 05/09/2018 12:01:44

    Il primo articolo della COSTITUZIONE dice che l'ITALIA è una REPUBBLICA fondata sul lavoro. Però, se volevate lavorare, siete stati costretti a emigrare. I politici che vi hanno sempre solo promesso di creare per voi lavoro in Sardegna. Adesso vi promettono e vi vogliono far credere che se aggiungono, un determinato articolo, alla stessa medesima COSTITUZIONE. Per spostarvi dalla penisola all'isola o viceversa, se vi va bene una volta all'anno, paghereste, di meno?