Cronaca » Uta

Detenuti telefonavano all'esterno con uno smartwatch: la scoperta a Uta

Mercoledì 05 Settembre alle 17:21


Immagine simbolo

Stratagemma hi-tech nel carcere di Uta: nella cella occupata da alcuni detenuti italiani la polizia penitenziaria ha trovato uno "smartwatch".

Ovvero un orologio "intelligente", con varie funzioni, tra cui quella di effetturare telefonate.

"I detenuti le provano tutte per avere dei contatti all'esterno. A volte ci riescono, altre volte, come in questo caso, no", commenta Giovanni Villa, del sindacato Fns Cisl.

Aggiungendo: "Non è la prima volta che a Uta viene scoperto un apparecchio di questo tipo, facile da occultare e da usare. Bisognerebbe prevedere azioni mirate per contrastarne l'uso, come ad esempio la schermatura delle sezioni detentive. Intanto, esprimiamo la nostra soddisfazione per l'operato degli agenti".

(Unioneonline/l.f.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

3 commenti

  • iskander66 05/09/2018 20:48:41

    Io non dico di fare i controlli proctologici sui detenuti ma mi pare che a Uta riesca ad entrare troppa merce e con troppa disinvoltura. Una volta lamette, un'altra smartwatch, altre volte abbiamo saputo di droghe. Mi sembra che ci sia un deficit organizzativo nella filiera dei controlli. Forse il provveditorato carcerario dovrebbe metterci mano. Certo che è difficile calibrare la severità richiesta dal luogo con l'umanità dovuta ai detenuti.
  • user226753 05/09/2018 20:24:31

    L'orologio è "intelligente", a quanto pare gli agenti un po' meno, che hanno scoperto dopo tempo "lo stratagemma"... ma i controlli per non far passare questi oggetti??? E se dentro questi oggetti, invece del meccanismo, ci fosse stata eroina??? Io non esulterei troppo per l'operato degli agenti...
  • RITONA 05/09/2018 18:16:05

    Allora è solo nei film americani che fanno depositare tutti gli oggetti appena il detenuto viene "immatricolato"