Cronaca » Irgoli

Irgoli, le maestre ricordano Richard: "Era l'espressione della vita"

Martedì 04 Settembre alle 15:45 - ultimo aggiornamento alle 16:30


Il ricordo delle insegnanti

"Purtroppo è un momento molto triste perché dover depennare un bambino che non c'è più è una cosa atroce. Era un bimbo gioioso: è una tragedia per tutti".

Così Giuseppina Pinna, insegnante di Richard Mulas, il piccolo di 7 anni che domenica è annegato in una piscina condivisa fra due residence a Orosei.

Il dramma e lo strazio di una famiglia diventano così quello dell'intera comunità di Irgoli, paese d'origine del piccolo.

"Aveva una gioia di vivere incredibile, uno choc per tutti compagni di classe - prosegue Rosa Maria Monne vicepreside dell'Istituto Comprensivo di Irgoli - ed era curioso, vivace. Non lo dimenticheremo mai. Non ci sono parole per fare coraggio alla famiglia. Richard era l'espressione della vita".

Domani mattina verrà effettuata l'autopsia sul corpo del bimbo; poi verranno fissati i funerali.

(Unioneonline/M)

***

IL SERVIZIO DEL TG DI VIDEOLINA:

LA TRAGEDIA:

 
i tentativi di rianimazione da parte dei soccorritori
Incastrato nel bocchettone. Orosei, bimbo annega in piscina

 
la disperazione della madre
Orosei, aperta un'inchiesta per omicidio colposo sulla morte di Richard

 
il residence di orosei dove annegato il piccolo
Morto in piscina a sette anni. "La griglia dello scarico era rotta"

 
immagine simbolo
L'esperto: "Il 95% delle piscine in Sardegna non è a norma"

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook