Cronaca » Cagliari

Tenta di abusare di tre bimbi
Cagliari, denunciato 29enne

Lunedì 03 Settembre alle 13:38 - ultimo aggiornamento Martedì 04 Settembre alle 09:26


I carabinieri allo stabilimento Malibù

Ha aggredito tre bimbi cercando di molestarli. Poi, al sopraggiungere dei genitori, si è spogliato completamente nudo e ha cominciato a masturbarsi.

È la sconvolgente ricostruzione di quanto avvenuto ieri sera al Poetto, nelle vicinanze del chiosco Malibù.

Secondo una prima ricostruzione, il protagonista - in negativo - della vicenda, un disoccupato 29enne di origine pakistana, in Italia con regolare permesso di soggiorno e già noto alle forze dell'ordine, è entrato in acqua, iniziando a molestare i bagnanti; poi si è avvicinato a tre ragazzini - il più piccolo di 6 anni, il più grande di 13 - provando a palparli e a baciarli.

Immediato l'intervento dei famigliari e di altre persone presenti alla scena.

Ma anche di fronte a loro l'uomo ha continuato imperterrito a compiere atti di libidine.

Quindi sul posto sono intervenuti i carabinieri.

Dopo essere stato bloccato, ai militari il giovane ha fornito una finta identità, ma è stato comunque identificato grazie alle impronte digitali.

Nei suoi confronti è quindi scattata la denuncia con l'accusa di tentata violenza sessuale aggravata e falsa attestazione di generalità.

(Unioneonline/l.f.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

44 commenti

  • Utente_US 04/09/2018 18:24:34

    user220836 04/09/2018 09:39:02 Appunto, perciò "buonanotte"!
  • Sorigumaccu 04/09/2018 14:45:51

    Quello che intendo è che citare la nazionalità del pervertito mette in evidenza il l fatto che il sistema di controllo delle migrazioni, in aggiunta a quello giustizia, fa acqua da tutte le parti
  • nopagoafitto 04/09/2018 12:03:47

    Sorigumaccu, molto disonestamente cambi discorso. Non ho letto nessuno scrivere che non sia il caso di fare luce su questa faccenda né che va tutto bene, tu sì? Bé, forse un buon oculista può aiutarti.
  • user220836 04/09/2018 09:39:02

    Utente_US giustizia sommaria ??? nessuno gli ha torto un capello, è libero di circolare indisturbato...forse la giustizia sommaria è proprio non aver preso nessun provvedimento... come se non fosse accaduto nulla...
  • rosalux 04/09/2018 09:29:03

    @Gyx, come puoi affermare che non avrebbe fatto la stessa cosa nel suo paese? Chi è malato di mente si comporta allo stesso modo in qualsiasi luogo.
  • gyx 04/09/2018 08:40:20

    @Rosalux: prova a fare la stessa cosa in Pakistan, eppoi vedi se sono cosi benevoli da capire che, poverino, non era tanto sano di mente. Gesti come questi nel suo paese non li fa, chissa come mai.
  • Sorigumaccu 04/09/2018 06:58:58

    Nessuno mette in dubbio che riguardo alla violenza su minore sia indifferente la nazionalità del pervertito; il problema è che a questo si SOMMA il fatto che un pachistano disoccupato e con questa particolare inclinazione sia sul territorio, regolare con i documenti e ANCORA a piede libero: non credete che sia il caso di fare luce su questa faccenda? O dobbiamo fare finta che vada bene...
  • tmart 04/09/2018 00:24:34

    Risorse dalle quali dobbiamo apprendere ed imparare.
  • Utente_US 03/09/2018 23:56:01

    Buonanotte alla giustizia sommaria!
  • lucibas 03/09/2018 23:03:50

    Non si tratta di essere razzisti, si tratta solo di essere terrorizzati da tutte queste notizie di cronaca. Sembra che in Italia diventiamo civili se riteniamo normale tutto ciò. Ma i genitori dei bambini sono stati così “garbati” da limitarsi a chiamare i carabinieri?