Cronaca » Quartu Sant'Elena

Armati di tamburi, protestano i giardinieri rimasti senza lavoro a Quartu

Lunedì 03 Settembre alle 13:41


Gli operai

Prosegue la protesta degli operai del verde pubblico fuori dal Municipio di Quartu Sant'Elena.

I giardinieri delle ditte Nuova Prima, Deca e Pro tecno Service che da dieci anni si occupavano della manutenzione dei parchi, delle aree del Poetto e dei cortili delle scuole, dopo la scadenza dell'appalto sono senza lavoro.

La protesta sotto il Municipio
La protesta sotto il Municipio

Da giorni dormono sotto le tende montate davanti al Comune e durante il giorno armati di tamburi e coperchi suonano senza sosta con la speranza di venire ascoltati. Ma per ora nulla si è sbloccato.

Il Comune ha pubblicato la gara per l'affidamento della manutenzione del verde per soli due mesi e si è rivolto a una sola ditta.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

3 commenti

  • wing1250 03/09/2018 18:51:16

    se lha fatto ci sarà qualche motivo .
  • Duca65 03/09/2018 15:11:17

    Tenete duro, cercate la solidarietà dei cittadini, promuovete una raccolta fondi. Perchè la perdita del vostro lavoro è una perdita per tutti, per coloro che usufruiscono del verde pubblico già abbastanza scarso a Quartu, e perchè oggi è toccato a voi e poi domani a chi? Questa giunta fa schifo, deve cadere per evitare danni ancora più gravi. Dovete farvi sentire in tutti i modi, incatenatevi, fate l'impossibile per le vostre famiglie, e per i quartesi, che non devono rimanere indifferenti.
  • user245043 03/09/2018 14:59:38

    Adesso anche questo, non smette mai di stupirmi il nostro sindaco..... Oltre alle strade distrutte le fogne intasate non abbiamo più il diritto di andare a fare un giro in città perché i parchi sono chiusi e il poetto pieno di spazzatura per poi l'erba nelle scuole e asili. Perché non dà una spiegazione di tutto questo scempio il nostro sindaco o chi di dovere