Cronaca » Provincia di Roma

"Torturati e venduti in Libia", il racconto dei migranti della Diciotti

Giovedì 30 Agosto alle 10:35 - ultimo aggiornamento alle 17:13


L'arrivo a Rocca di Papa dell'autobus con a bordo i migranti

Seviziati, torturati e venduti più volte.

I migranti eritrei che erano a bordo della nave Diciotti - un centinaio dei quali sono ora ospitati nel centro Mondo migliore di Rocca di Papa, in provincia di Roma - hanno raccontato agli operatori della struttura l'orrore vissuto in Libia, prima di imbarcarsi e raggiungere le coste italiane.

In attesa di essere redistribuiti in diverse diocesi in tutta Italia, i 92 uomini e le otto donne, giunti l'altro ieri nella cittadina laziale e accolti da due manifestazioni - una dei militanti di CasaPound, l'altra pro-migranti - hanno dichiarato di aver subito violenze per anni.

Alcuni di loro hanno detto di essere stati tenuti prigionieri sottoterra in un magazzino, mentre alcune donne, vittime di abusi sessuali, sostengono di aver dato alla luce 16 bambini, poi morti pochi mesi dopo la nascita, durante il periodo di prigionia.

Per non aver autorizzato per giorni lo sbarco delle persone a bordo della nave della Guardia costiera italiana, ferma nel porto di Catania, il vicepremier Matteo Salvini è indagato per i reati di sequestro di persona, arresto illegale e abuso d’ufficio, insieme al suo capo di gabinetto Matteo Piantedosi.

Nel frattempo, l'ultima ong rimasta davanti alle coste libiche, la spagnola Open Arms, annuncia lo stop ai salvataggi di migranti a causa delle "intense campagne di criminalizzazione delle ong nel Mediterraneo centrale e l'avvio di politiche disumane hanno provocato non solo la chiusura dei porti di Italia e Malta, ma la paralisi di numerose organizzazioni umanitarie di salvataggio, come pure l'aumento del flusso migratorio verso il Sud della Spagna".

L'ARRIVO DEI MIGRANTI A ROCCA DI PAPA:

(Unioneonline/F)

 
lo sbarco dei migranti dalla diciotti (foto ansa)
Sbarcati i migranti della Diciotti, Salvini indagato. Fermati presunti scafisti

 
lo sbarco dalla diciotti
Diciotti, i 100 migranti andranno a Rocca di Papa: e nel paese monta la protesta

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

18 commenti

  • sadam 05/09/2018 19:41:59

    quante storielle per giustificare i soldoni che la caritas e affini prendono alla faccia dei cittadini che muoiono di fame.
  • Marilena59 31/08/2018 17:34:22

    Quanta fantasia, per scroccare vitto e alloggio e tutto il resto..!
  • Panis01 31/08/2018 12:54:12

    Prometeo59 31/08/2018 10:32:30 - In Africa stanno accadendo le solite cose che abbiamo trovato nel periodo pre-colonizzazione e siccome a nessuno, neppure all'ONU con i suoi caschi blu, interessa andarci per tentare di mettere pace, ora ci becchiamo le conseguenze delle solite politiche buoniste che le sinistre di tutta Europa hanno portato avanti 30 anni fa, ovvero, l'abbandono delle ex colonie lasciandole in mano di faccendieri africani collusi con l'occidente. Il resto è cronaca "nera".
  • maman-ti 31/08/2018 12:19:36

    user234233 30/08/2018 18:05:49--Non ho insultato nessuno, ignoranti siamo tutti...-- user234233, "parli" per Lei...
  • Prometeo59 31/08/2018 10:32:30

    @utente US: sei proprio sicuro che la guerra sia finita? Anche il centro-Africa è pieno di guerre, e da lì scappano i migranti. Io farei una task-force europea da spedire in Libia per ripulirla dai trafficanti-torturatori-stupratori. "Libia porto sicuro". Ah ah ah ,che ridere!!
  • user234904 30/08/2018 23:04:47

    tutte bugie x inpietosire l ocidente, se sapevano che in libia torturavano x ci son andati?, son tutte bugie,messe in giro dalla chiesa e dalla boldrini e dal pd, comunque rimango del idea che devono essere lasciati in libia da dove vengono evitare l ospitalita
  • studioroma 30/08/2018 22:36:30

    @user234233 dai tuoi commenti emerge il significato della tua personalità, non credo che sia corretto dare un giudizio, ma certamente anche alle persone come te, da parte di chi ama l'italia e la sua difesa be riceverai qualche tutela. naturalmente stia sereno, non importa capirlo subito il problema, ma la riflessione lo aiuterebbe a vivere meglio
  • Utente_US 30/08/2018 21:27:10

    Dai, nessuno vuole rimandarvi in Libia, ma nei paesi d'origine, l'ipotetica guerra è finita!
  • Panis01 30/08/2018 19:07:56

    segue.... presunti "colpevoli", i presunti scafisti, i presunti "buoni". Che ne sanno tutti coloro che avversano le politiche anti-migrazioni, sono forse più informati del viminale? Oppure c'è qualcosa sotto che non si può dire? La verità morì fanciulla e le menzogne hanno le gambe corte. Gli Italiani, dopo anni di cecità, hanno preso coscienza dei rischi che si stanno correndo e si stanno affidando di una Persona che sta rispondendo alle loro paure. Riusciranno i manifestanti di sx spuntarla?
  • user240269 30/08/2018 18:55:37

    E' ora di fermare i gravi crimni/abusi finora attuati contro il popolo italiano/sardo: riduzione in povertà estrema, induzione al suicidio e genocidio/sostituzione-etnica in atto. Appena gli italiani-sardi ridiventeranno padroni del loro destino con conseguente benessere, solo allora spontaneamente aiuteranno altri popoli ad avere gli stessi vantaggi ognuno a casa propria.