Cronaca » Sant'Antioco

Sale slot, l'allarme del sindaco di Sant'Antioco: "Ogni anno una spesa di oltre 500 euro a persona"

Giovedì 30 Agosto alle 13:29 - ultimo aggiornamento alle 14:31


Con un'ordinanza sindacale, il Comune di Sant’Antioco ha regolamentato i requisiti per l'apertura di nuove sale da gioco in città e l’orario di funzionamento degli apparecchi elettronici.

Obiettivo: combattere le patologie derivanti dal gioco d’azzardo.

"La Sardegna – ha spiegato il primo cittadino Ignazio Locci – è la regione italiana con il maggior numero di apparecchi per l’esercizio del gioco d’azzardo: a Sant'Antioco, secondo gli ultimi dati diffusi dal Ministero dell’Interno, sono presenti 75 slot machine, 6,7 ogni mille abitanti, per una spesa procapite annua di 534 euro. Sono numeri che impongono una riflessione e, soprattutto, provvedimenti concreti utili a fronteggiare il grave fenomeno della ludopatia che sta prendendo piede anche nella nostra comunità".

Le nuove sale da gioco non potranno essere aperte a meno di 300 metri da tutta una serie di punti sensibili della città.

Gli apparecchi elettronici potranno essere messi in funzione soltanto dalle 12 alle 18 e dalle 20 alle 24.

(Unioneonline/F)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • Shaggy66 30/08/2018 18:23:18

    Mi pare ci sia un errore di fondo nell'articolo: se gli apparecchi elettronici sono regolarmente installati e monitorati non si può parlare di gioco d'azzardo ma semplicemente di gioco regolamentato dallo Stato e da cui lo stato stesso ricava somme considerevoli. Se poi vogliamo parlare di ludopatia allora è tutta un'altra storia.