Cronaca » USA

"Sono gay": fa outing a nove anni, dopo 4 giorni di insulti si suicida

Mercoledì 29 Agosto alle 08:58


Jamel Myers

A nove anni ha scoperto di essere gay, e non ha aspettato un attimo a rivelarlo. Prima alla mamma durante l'estate, poi - iniziata la scuola - anche ai suoi compagni di classe.

La reazione degli amici però non è stata quella che il piccolo Jamel Myers si aspettava: hanno iniziato a insultarlo ripetutamente, a bullizzarlo, fino ad invitarlo a uccidersi.

Cosa che il bambino, che forse non ha resistito alla vergogna e al rifiuto dei suoi compagni, ha fatto. Appena quattro giorni dopo l'outing davanti agli amici si è suicidato.

Arriva da Denver, Colorado, questa storia agghiacciante che ha voluto raccontare proprio la mamma del bimbo, intervistata da diversi canali tv americani.

È stata lei a trovare il corpo senza vita del figlio nella sua cameretta, ed è disperata: "Sono morta dentro, era bellissimo, ho perso il mio più grande dono. Mio figlio aveva detto alla sorella più grande che i ragazzi a scuola gli avevano detto di uccidersi", racconta Leia Pierce, questo il nome della donna.

Che non si dà pace: "Sono sconvolta. Era così spaventato, e sono triste perché non è venuto da a dirmi delle minacce e degli insulti dei compagni".

La donna ha voluto rendere pubblica la storia di suo figlio per mettere in guardia gli altri genitori sugli effetti dannosi del bullismo: "Nessuno deve più passare il mio calvario".

(Unioneonline/L)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

4 commenti

  • Giano 29/08/2018 14:45:12

    Probabilmente se non fosse stato condizionato da una ossessiva e dilagante campagna a favore della diffusione della cultura omosessuale, gender, Lgbt e bizzarrie varie (specie nelle scuole), a nove anni non saprebbe nemmeno cosa significa essere gay. Non si sarebbe posto il problema e sarebbe ancora vivo.
  • Panis01 29/08/2018 12:45:51

    segue.... a rapporti più intimi, anziché proclamare la propria appartenenza alla pubblica piazza: non lo fa l'eterosessuale, perché l'omosessuale si? Ha forse bisogno di essere considerato "Normale", o lo fa perché si sente diverso? Siamo arrivati persino adi accettare le manifestazioni del Gay-pride come l'imposizione di una diversità di genere e cosi via discorrendo. Il bimbo di 9 anni forse ha emulato ciò che fanno gli adulti, forse quegli adulti, e non i suoi compagni, lo hanno condannato.
  • wing1250 29/08/2018 12:34:22

    a nove anni ? scopre cosa ? e fa cosa? e si suicida !?! questa società è malata . questo mondo non sta bene.
  • Panis01 29/08/2018 12:29:07

    Se la notizia diffusa è vera, si sa anche dove puntare l'indice. Da sempre ho creduto nella preordinata funzione naturale dei cosiddetti "attributi" del genere umano e fin da giovanotto ho considerato questa "devianza" innaturale qualcosa di diverso dal normale. Nonostante ciò non mi son mai permesso di osteggiare chi la pensava diversamente e neppure mi son sognato di sbandierare la mia eterosessualità. Avrei preferito, da parte loro, meno clamore mediatico per dare più sostanza ....segue