Cronaca » Provincia di Genova

Sotto le macerie si cercano ancora tra i 10 e i 20 dispersi

Giovedì 16 Agosto alle 13:44 - ultimo aggiornamento Venerdì 17 Agosto alle 14:20


Proseguono ininterrottamente le operazioni di ricerca dei dispersi ancora sepolti sotto i resti del Ponte Morandi, a Genova.

Nelle ultime ore non sono stati individuati altri corpi e perciò il bilancio si ferma per il momento a 38 vittime, tutte identificate.

Il numero di dispersi rimane indefinito: sarebbero tra i dieci e i venti, ha detto il procuratore capo Francesco Cozzi, che coordina le indagini sul caso con i pm Walter Cotugno e Massimo Terrile (per il momento, ha riferito, non ci sono indagati), aggiungendo che "in questo momento la priorità assoluta è la ricerca dei dispersi sotto le macerie. Altra priorità è la sicurezza di chi sta intervenendo e delle persone che vivono intorno al ponte".

Nel letto del torrente Polcevera ci sono ancora diversi grossi massi in cemento armato che devono essere prima demoliti e rimossi, prima di poter dire quante automobili e quante persone restano ancora sepolte.

Nell'area del crollo lavorano da ore, ininterrottamente, circa 300 vigili del fuoco, 200 agenti di polizia, 120 della polizia municipale e 25 pattuglie della polizia stradale, oltre a una quarantina di operativi della croce rossa, che ora hanno lasciato la zona rossa e stanno fornendo supporto logistico e assistenza psicologica ai familiari dei dispersi, alcuni dei quali attendono da ore sul posto notizie dei loro cari. Si aggiungono volontari regionali e comunali e personale della Capitaneria di Porto.

Quanto ai feriti, dei 15 portati in ospedale, ne sono rimasti 10. Gli altri sono stati dimessi. Nove i pazienti in gravi condizioni. Gli sfollati sono 634, tutti in via Fillak e via Porro, dove si trovano le abitazioni nell'area del crollo.

Fissati ufficialmente per sabato i funerali di Stato, giorno in cui il Consiglio dei ministri ha proclamato il lutto nazionale. Alla cerimonia prenderà parte anche il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, assieme alle massime autorità del governo, rappresentanti di Regione, Comune ed enti locali e dirigenti dei partiti politici.

CARIGE - Intanto Banca Carige, l'istituto di credito genovese, dopo aver aperto una raccolta fondi e aver stanziato 100mila euro a favore delle famiglie delle vittime, ha deliberato un ulteriore supporto ai privati e alle imprese coinvolti nella tragedia. Ha sospeso le rate dei mutui e concederà finanziamenti a tassi calmierati. I proprietari di immobili nell'area del crollo potranno beneficiare della sospensione dei mutui in essere per 12 mesi, con possibilità di rinnovo per ulteriori 12 mesi. Idem per le imprese che operano nella zona: potranno richiedere la sospensione della quota capitale dei mutui o dei leasing in essere, sempre per 12 mesi rinnovabili. Imprese e privati che hanno subito danni potranno inoltre richiedere finanziamenti a tassi convenienti.

(Unioneonline/D)

SI SCAVA ANCORA:

IL BILANCIO DELLE VITTIME:

 
il crollo (foto ansa)
Genova, sono 38 i morti accertati. Il Procuratore: "Non è una fatalità"

LA GUERRA SULLA CONCESSIONE:

 
quel che resta del ponte dall alto (foto ansa)
Autostrade avvisa: "In caso di revoca c'è la penale"

L'ATTACCO AD AUTOSTRADE PER L'ITALIA:

 
da sinistra luigi di maio giuseppe conte e matteo salvini (foto ansa)
Crollo ponte a Genova, Conte: "Autostrade, via la concessione"

PRONTI A RICOSTRUIRE:

 
il ponte morandi (foto ansa)
Autostrade per l'Italia al governo: "Pronti a ricostruire in 5 mesi"

LA SOLIDARIETÀ DELLA PROTEZIONE CIVILE SARDA:

 
i pompieri nel luogo del disastro (foto ansa)
Tragedia a Genova: "La Protezione civile della Sardegna pronta a dare una mano"

LA SINISTRA PREVISIONE:

 
i momenti immediatamente successivi al crollo
La nefasta previsione: "Quel ponte crollerà tra dieci anni"

LA STORIA DEL PONTE:

 
il viadotto morandi a genova foto kristian hasenj ger retrofutur org
Un ponte, una storia: un simbolo della città

LE VITTIME IDENTIFICATE:

LE IMMAGINI DELLA TRAGEDIA:

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • user240269 16/08/2018 14:46:02

    Avanti tutta procuratore, indagini a 360 gradi senza tralasciare niente, elenco di tutti i colpevoli con tutte le prove a loro carico, sentenze con relative condanne con piena applicazione in tempi brevissimi.