Cronaca » Sardegna

Vertenza Aias, Arru querela chi lo ha insultato sui social: "Accuse infamanti"

Sabato 11 Agosto alle 15:08


Luigi Arru

L'assessore della Sanità della Regione Sardegna, Luigi Arru, ha deciso di querelare gli autori dei post aggressivi nei suoi confronti e chiesto l'acquisizione, da parte della Polizia Postale, di fake news, video e notizie false e gravemente lesive del suo nome.

Lo ha annunciato lui stesso, in un comunicato.

Il provvedimento riguarda i fatti accaduti lo scorso 2 agosto fuori dal Consiglio regionale, dopo e durante la riunione dell'Assemblea durante la quale si stavano discutendo numerose mozioni sulla sanità sarda, in particolare la decisione dell'Assessorato di non rinnovare la convenzione con l'Aias (Associazione Italiana Assistenza Spastici) dopo il 31 dicembre.

Sindacati e dipendenti si erano riuniti sotto il palazzo di via Roma per protestare contro la decisione della Regione. Alla fine della riunione del Consiglio regionale, Arru fu oggetto di urla e accuse. La sua auto fu protetta per alcuni metri dalle forze dell'ordine fin quando non fu abbastanza lontana.

Dopo quell'episodio l'assessore ha rilasciato dichiarazioni spontanee alla Procura di Cagliari e chiesto ai suoi legali di agire contro chi si è poi ulteriormente accanito sui social.

"Ricorrere alle querele non è mai stato un mio modus operandi - ha spiegato l'assessore - perché ho sempre scelto il dialogo e il confronto, anche di fronte a dure contestazioni e critiche. Ma sulla vicenda Aias sono state dette e scritte falsità e accuse infamanti e inaccettabili, verso me e la mia famiglia, che hanno ulteriormente peggiorato un clima già molto teso".

(Unioneonline/D)

LA VERTENZA AIAS:

 
la conferenza stampa
Aias non paga gli stipendi. La Regione revoca il contratto

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

9 commenti

  • be 12/08/2018 12:30:35

    si dovrebbero rendere gli atti pubblici pubblicarli sul sito e giornali cosi una volta per tutte sappiamo chi dice la verità sulla questione perchè anche tra i sindacati c'è chi da ragione all'assessore e chi all'Aias
  • Brent 12/08/2018 07:37:04

    Saranno contenti gli avvocati
  • user237027 12/08/2018 00:03:29

    User se la colpa è di Randazzo sarà da vedere, intanto. Un assessorato., una regione hanno il dovere di tutelare i lavoratori e finora non mi pare siano stati protetti... Ci hanno vinto le elezioni sulla questione aias, era un tema. Caldo al tempo delle. Votazioni... Guardiamo che fine hanno fatto, su questo si basa la attendibilità e la fiducia in amministratori pubblici.... E loro sono a credibilità zero, a nuove elezioni avranno la. Prova definitiva del loro fallimentare mandato
  • user237027 12/08/2018 00:00:21

    Presto arru le presenteremo democraticamente l'uscita di servizio.... Abbia pazienza
  • pietrenko 11/08/2018 20:04:46

    difatti il modus OPERANDI DI ARRU SI CHIAMA.......INOPERANDI!!!!
  • dadaolta 11/08/2018 19:50:29

    Assessore Arrudugò, assessore Arrudugò!!! Querelare i contestatori dev'essere l'ultima trovata dei geni "piddies" per...scomparire più in fretta! Lasciamoli lavorare... :-)))))))))
  • user226538 11/08/2018 18:09:07

    I sardi a breve le presenteranno una querela scritta su scheda elettorale; L'unico modo per opporsi al disastro che ha creato.
  • user216525 11/08/2018 18:03:13

    Ben fatto. Che piaccaia o meno il suo operato, ha il diritto di tutelare la propria onorabilità
  • user245775 11/08/2018 16:48:04

    ignoranti, non hanno capito che la colpa è di randazzo, devono ringraziare il cielo se passeranno ad un altro datore di lavoro più serio