Cronaca » Provincia di Caserta

Strangola la moglie e si impicca: omicidio-suicidio nel Casertano

Lunedì 23 Luglio alle 12:36 - ultimo aggiornamento alle 18:57


Antonio Topa e Immacolata Stabile (da Facebook)

Ha strangolato la moglie e si è impiccato, appendendosi per il collo al solaio.

È successo nella notte a San Marcellino, in provincia di Caserta.

A trovare i corpi senza vita della coppia, nell'abitazione coniugale verso l'1.30, sono stati i figli che, sotto choc, hanno dato l'allarme ai carabinieri e al 118.

Lui carpentiere incensurato e lei casalinga, agli investigatori non risultano precedenti denunce per violenza, tantomeno che la famiglia stesse affrontando difficoltà economiche.

Le indagini, ad ampio raggio, sono state affidate ai carabinieri di Aversa.

Sui corpi dei coniugi sarà effettuata l'autopsia, disposta dalla procura di Napoli, ma i militari danno già per certo che si tratti di omicidio-suicidio.

I segni di strangolamento trovati sul corpo della donna, Immacolata Stabile di 48 anni, sono inequivocabili; esattamente come le ferite al collo del marito, Antonio Topa di 51.

Secondo la prima ricostruzione degli investigatori, Topa avrebbe strangolato la moglie a mani nude al culmine di un litigio tra le 24 di domenica e l'una di notte di lunedì.

Poco dopo i figli sono rincasati trovando il corpo della madre senza vita in camera da letto, e quello del padre in un'altra stanza appeso al solaio.

(Unioneonline/M)

IN SARDEGNA:

 
i carabinieri sul posto
Strangola la moglie e si suicida. Dramma familiare a Senorbì

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • rosalux 23/07/2018 15:16:08

    Pare che lei lo avesse denunciato un anno fa per maltrattamenti e poi avesse ritirato la denuncia. Non bisogna mai ritirare una simile denuncia. I violenti fingono di essere pentiti, ma non cambieranno mai e una donna deve rassegnarsi a questa cruda realtà e comportarsi di conseguenza. Scappare o avere sempre a portata di mano una pistola.