Cronaca » Sardegna

Incendi, è ancora allarme
Cinque zone ad alta pericolosità

Sabato 21 Luglio alle 20:39 - ultimo aggiornamento alle 21:24


Un incendio nella zona di Terralba (foto del Corpo forestale e di vigilanza ambientale)

Non cessa l'allarme incendi in Sardegna.

La Direzione Generale della Protezione Civile ha emesso un nuovo bollettino, riguardante la giornata di domenica 22 luglio, segnalando un allerta arancione, quello di "alta pericolosità", il terzo su una scala di 4.

Il rischio maggiore - con attenzione "rinforzata" - viene individuato in Gallura e Baronia, nel Sarrabus, in Marmilla e nel Campidano.

In queste aree, viene evidenziato, "le condizioni sono tali che, ad innesco avvenuto, l'evento, se non tempestivamente affrontato, può

raggiungere dimensioni tali da renderlo difficilmente contrastabile con le forze ordinarie, ancorché rinforzate, potendosi rendere

necessario il concorso della flotta statale".

In tutte le altre zone dell'Isola il livello d'allerta resta comunque giallo (pericolosità media).

Il bollettino emesso dalla Protezione civile
Il bollettino emesso dalla Protezione civile

Quattro i roghi registratisi oggi in altrettante località dell'Isola.

Le squadre anti-incendio, coordinate dal Corpo forestale, sono intervenute a Illorai, Iglesias, Terralba e Sarroch.

In azione, assieme ai forestali e ai vigili del fuoco, gli uomini di Forestas, i barracelli e i volontari delle diversi corpi di protezione civile.

A supporto delle operazioni di estinzione sono anche decollati elicotteri e mezzi aerei.

Nella giornata di giovedì, invece, si erano sviluppati roghi nella zona di Loiri Porto San Paolo, Serrenti, Macchiareddu e Palmas Arborea.

(Unioneonline/l.f.)

GLI ULTIMI ROGHI:

 
Giornata di incendi a Loiri Porto San Paolo e Serrenti

 
una squadra del 115
Incendio in un fienile, danni ingenti a Palmas Arborea

 
l estinzione delle fiamme
Fiamme a Macchiareddu: le fiamme lambiscono due capannoni

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook