Cronaca

"Chi nega l'Olocausto sbaglia, ma non sarà censurato da Fb". Bufera su Zuckerberg

Giovedì 19 Luglio alle 08:49 - ultimo aggiornamento alle 12:13


Facebook non può censurare i post che negano l'Olocausto in nome del "diritto di sbagliare" degli utenti.

Fanno discutere le parole di Mark Zuckerberg, il fondatore del social network blu, che in un'intervista a Recode ha motivato la mancata rimozione di contenuti antisemiti che arrivano addirittura a mettere in discussione la veridicità storica dello sterminio di massa degli ebrei avvenuto nei lager nazisti durante la Seconda Guerra mondiale.

Zuckerberg ha infatti ha chiarito che Facebook "rimuove i contenuti solo se possono portare a danni reali, fisici o in attacchi ad altre persone".

La comunità ebraica americana è subito insorta e immancabili si sono scatenate le polemiche.

Al punto che lo stesso Zuckerberg si è poi affrettato a precisare: "Negare l'Olocausto è qualcosa di profondamente offensivo. Non volevo assolutamente difendere i negazionisti".

(Unioneonline/l.f.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

3 commenti

  • Chiara_71 19/07/2018 19:10:47

    Comunque secondo me se non si offende e si documentano le affermazioni non si dovrebbe censurare anche se non si condivide il pensiero
  • Chiara_71 19/07/2018 18:50:45

    Non si censura neppure l'Isis quindi non mi sorprende niente
  • SpartacusVin 19/07/2018 11:42:34

    incredibile. ciò dimostra come i media siano pilotati dai potenti che hanno risorse immense e vengono finanziati per manipolare le menti del globo. i petroldollari con la complicità di soros stanno strategicamente invadendo l'occidente