Cronaca » Londra

Caso Skripal, identificati gli avvelenatori dell'ex spia di Mosca: "Sono russi"

Giovedì 19 Luglio alle 12:35


Svolta nelle indagini sull'attacco contro l'ex spia russa Sergei Skripal e la figlia Yulia, avvelenati con un agente nervino - il Novichok - a Salisbury in Gran Bretagna.

La polizia inglese ha infatti identificato i presunti responsabili.

Si tratterebbe di cittadini russi.

Secondo quanto si è appreso, gli inquirenti sono riusciti a dar loro un nome incrociando le immagini della videosorveglianza e la lista delle persone entrate nel Paese nel periodo dell'attacco, avvenuto nel marzo scorso.

Per diffondere l'agente nervino, questa l'ipotesi, sembra sia stata utilizzata una bottiglia di profumo.

I sospetti erano da subito ricaduti sull'ambiente dell'intelligence di Mosca, innescando una vera e propria crisi diplomatica tra Londra e il Cremlino.

Skripal e la figlia 33enne sono oggi fuori pericolo.

(Unioneonline/l.f.)

LA VICENDA:

 
Caso Skripal, padre e figlia intossicati dalle tracce di gas nervino sulla porta di casa

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • dadaolta 19/07/2018 16:07:04

    I Servizi Segreti di Sua Maestà sono ancora alla ricerca della "pistola fumante" da presentare ai "pistola" abboccanti... :-)))))
  • dadaolta 19/07/2018 15:57:19

    Gli agenti di Putin, passati sotto le telecamere con colbacco e balalaika ma senza barbe finte, hanno usato il gas nervino di Assad (quello mai usato a Douma) rubato dalle armi di distruzione di massa di Saddam e venduto dagli iraniani in fialette di vetro simili a quella a suo tempo mostrata da Colin Powell. Il gas è arrivato a Londra attraverso un intricato viaggio Corea del Nord-Cuba-Venezuela-Mar-a-Lago. N.B. Scotland Yard spera di non aver dimenticato nessuno... :-)))))))))