Cronaca » Provincia di Milano

Colazione da Cracco a 41 euro: il cliente s'indigna, la Rete dà ragione allo chef

Martedì 17 Luglio alle 09:28 - ultimo aggiornamento alle 17:39


Lo scontrino incriminato (da Twitter)

Spendere 41 euro per tre spremute e due bottigliette d'acqua al ristorante di un chef stellato nel pieno centro di Milano.

Cifra folle oppure congrua vista la location?

La seconda, secondo il popolo della Rete, che ha fatto diventare virale il post pubblicato da un cliente del Cafè Felix, il nuovo locale di Carlo Cracco, in Galleria Vittorio Emanuele II, a pochi metri da piazza Duomo.

L'avventore in questione, dopo aver fatto colazione al bar aperto dall'ex giudice di Masterchef nel cuore del capoluogo lombardo, ha postato sui social la foto dello scontrino, secondo lui salatissimo.

Ma, se qualcuno gli ha dimostrato solidarietà, la maggioranza dei commentatori ha invece difeso a spada tratta i prezzi proposti dal Felix.

"Cosa ti aspettavi? È pure poco", scrive, ad esempio, un utente.

"La prossima volta vai al supermercato allora", fa eco un altro.

E a seguire una miriade di commenti molto poco scandalizzati.

Insomma, questa volta nessuna insurrezione della Rete, come accaduto, invece, nel caso della pizza margherita "rivisitata" dallo chef veneto. messa in vendita a "soli" 16 euro.

(Unioneonline/l.f.)

CHE NE PENSATE?

 
carlo cracco
Scontrino (stellare) nel locale dello chef (stellato) Carlo Cracco: chi ha ragione?

IL CASO DELLA PIZZA:

 
un immagine della pizza rivisitata da carlo cracco
Carlo Cracco, bufera social sulla sua pizza margherita

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

29 commenti

  • Giano 22/07/2018 12:27:27

    La dimostrazione che oggi viviamo una realtà alterata in cui il valore effettivo dei beni, degli oggetti e dei servizi non è quello di un’economia reale, ma quello gonfiato dai media, dalla pubblicità, dai marchi, dalle lobbies della produzione e del commercio. Esattamente il principio che genera le bolle speculative in borsa; e non è propriamente un principio morale. Allora giustifichiamo tutto, dai cento milioni per Ronaldo ai 7 euro per una bottiglia da ¾ di acqua.
  • odcandrea 22/07/2018 08:51:16

    Sicuramente non gli avranno dato il "solo" bicchiere con la spremuta, perché non ha fatto una foto? Così si vede cosa gli hanno servito, perché è facile parlare di quanto ho pagato.
  • fisietto2014 19/07/2018 13:43:01

    alfredo61 18/07/2018 16:46:07 Non è questione che sia giusto o meno, è questione che l'acqua minerale fresca e la spremuta la trovi anche nel piccolo baretto, se tu scegli la futilità di un locale di gran prestigio, non lamentarti delle conseguenze. Sarebbe indignante se si dovessero pagare cifre astronomiche per visitare un museo privato ad esempio, per l'unicità dei contenuti e l'universalità dell'arte e della cultura.
  • alfredo61 18/07/2018 16:46:07

    Va tutto benissimo. Ognuno di noi ha le proprie opinioni. Ma credo che sia molto sbagliato dare dell'ipocrita a chi la pensa diversamente. Ho letto tantissime critiche e prese di posizione. Certamente esiste il libero arbitrio nelle scelte di fare oppure non fare. Certamente la location insuperabile e il locale di gran grido fanno la loro parte ma, per alcuni di voi sarebbe anche stato giusto pagare 1 spremuta € 100,00 in un locale di proprietà Gordon Ramsay (detentore di 14 stelle Michelin)?
  • PATRIOTS3428 18/07/2018 15:57:11

    è capitato anche a me a venezia in piazza san marco...per fare il figo ho invitato da bere a due ragazze(che naturalmente si sono prese pure un gelato)quando sono andato a pagare non credevo ai miei occhi...dal giorno,pur essendo militare in quella zona,tutti i bar e i ristoranti di venezia non hanno visto più miei soldi....meglio informarsi prima dei prezzi,e questo cliente da cracco doveva fare così.....
  • fisietto2014 18/07/2018 14:19:53

    Premettiamo che se vai in farmacia a comprare un prodotto che trovi anche al supermercato assolutamente identico sai già che lo paghi di più ( per un collare antipulci per cani 10 euro di differenza). Se entri da Cracco una cosa del genere te la devi aspettare e devi mettere nel conto di pagare quelle cifre per poter dire "sono stato nel locale di Cracco". Il cliente non ha nulla di che indignarsi, poteva entrare in un Bar normalissimo e pagare un quinto di quella cifra.
  • drugo 18/07/2018 11:57:22

    C'è un menù, se non vuoi o non puoi spendere tali cifre stai a casa, fai colazione/mangia senza lamentarti, ma dato che oggi con i social tutti si sentono in dovere di dire la propria (senza senso logico) ecco l'ennesimo espertone che si lamenta della sua pochezza. Questo vale anche per i cagliaresi: state a casa.
  • alfredo61 18/07/2018 10:22:33

    Va benissimo il listino prezzi, se esposto ........... ma avrei bisogno di sapere che cosa c'è di tanto creativo in merito alla grande arte culinaria in 3 spremute e 2 bottigliette d'acqua. Grazie. Buona giornata a tutti.
  • Stemicc 18/07/2018 00:14:22

    Nessuno obbliga nessuno ad andare da Cracco. Se uno ci va e poi si lamenta è un poveraccio che non è nemmeno in grado di consultare il listino prezzi.
  • salnews 17/07/2018 22:06:10

    Se c è un listino prezzi regolarmente esposto.... il fregnone è il cliente.