Cronaca » Belgio

Vertice Nato, Trump contro la Germania: "Prigioniera della Russia per i rifornimenti di gas"

Mercoledì 11 Luglio alle 10:26 - ultimo aggiornamento alle 11:01


Il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg e Donald Trump

"La Germania è totalmente controllata dalla Russia: avranno dal 60 al 70% dell'energia dalla Russia con un nuovo gasdotto. Mi dite che è corretto? Penso che non lo sia e penso che sia una cosa molto negativa per la Nato".

Il presidente americano Donald Trump torna ad attaccare uno dei più potenti alleati degli Usa nel bilaterale con il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg a Bruxelles poco prima dell'inizio del vertice dell'Alleanza atlantica.

"Pagano miliardi di dollari alla Russia e noi dobbiamo difenderli contro la Russia. Non è normale", ha proseguito.

"Ci sono Paesi come la Polonia che invece non accetterebbero il gas russo perché sarebbero prigionieri della Russia", ha continuato il capo di Stato americano.

Le polemiche di Trump contro gli alleati della Nato erano già cominciate ieri sera, alla vigilia del summit, quando il capo di Stato aveva criticato i Paesi europei con alcuni tweet.

"Diversi Paesi della Nato, che dobbiamo difendere, non solo non mantengono il compromesso del 2% (che è basso), ma sono morosi da anni. Rimborseranno gli Stati Uniti?", ha scritto sul social network, facendo riferimento agli Stati che non pagano le spese militari.

Il tweet del presidente americano

"L'Unione europea rende impossibile ai nostri agricoltori, lavoratori e aziende di fare affari in Europa. Gli Usa hanno un deficit commerciale con la Ue di 151 miliardi di euro, l'Unione europea vuole che li difendiamo attraverso la Nato e che paghiamo anche. Non funziona così!", ha "cinguettato".

(Unioneonline/F)

 
angela merkel e donald trump
Scontro Usa-Germania: "Berlino paghi di più alla Nato"

 
donald trump
Trump striglia gli alleati Nato sulle spese per la difesa: "La pazienza sta per finire"

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook