Cronaca » Italia

Il ministro Bongiorno: "Lotta ai furbetti, ai raccomandati e all'assenteismo nella Pubblica amministrazione"

Domenica 24 Giugno alle 09:38


Giulia Bongiorno

Il nuovo ministro per la Pubblica amministrazione e la semplificazione annuncia il primo giro di vite contro i "furbetti".

Tra i provvedimenti annunciati da Giulia Bongiorno ci sono le ispezioni a sorpresa contro i dipendenti pubblici "fannulloni", le impronte digitali per sorprendere i "furbetti del cartellino", e i voti dei cittadini contro i raccomandati, oltre a un codice degli appalti più snello.

"Non ho l'ansia di mettere il mio nome su una legge - ha chiarito in un'intervista al Corriere della Sera - ma di far funzionare la Pubblica amministrazione. Agirò col bisturi per curare le disomogeneità nei servizi".

Le ispezioni, ha aggiunto, "saranno a sorpresa, nulla di punitivo", a cura di specialisti. L'assenteismo poi, ha detto il ministro, è un altro "fenomeno odioso": l'obiettivo è quello di usare "rilevazioni biometriche per evitare che ci sia chi strisci il tesserino per altri".

Eventualmente sarà necessario prendere le impronte digitali ai dipendenti: "E cosa c'è di male?", si domanda.

(Unioneonline/s.s.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

14 commenti

  • Ostinato 25/06/2018 10:20:54

    User237027, la tendenza Italica all'imbroglio è trasversale e interessa tutti gli strati sociali; chi ha questa mentalità lo fa in maniera proporzionale al ruolo che riveste e alla posta in gioco: chi è proprietario di una grossa industria corrompe alti funzionari dello Stato per farsi fare leggi ad hoc, chi è dirigente magari usa l'auto di servizio per fare accompagnare la moglie dalla parrucchiera e chi è piccolo falsfica l'ISEE per non pagare il ticket come scoperto di recente.
  • trabant 24/06/2018 13:42:31

    User237027: parole sante!
  • user237027 24/06/2018 12:31:23

    Concordo su tutto , a patto che si parta dall'alto una volta tanto , il pesce puzza dalla testa Stanare dirigenti super pagati che non fanno una mazza dalla mattina alla sera , che gestiscono i concorsi , che pilotano assunzioni e quant'altro....inseriamo classi dirigenti oneste e preparate in Italia, si avrà di conseguenza anche meno furbetti e accozzati...è inutile punire sempre l'impiegato quando il suo dirigente e un pappone impunito
  • trabant 24/06/2018 12:22:48

    Waluss01: Tutto quello che dici è corretto e sacrosanto ma bisognerebbe anche includere la possibilità del licenziamento (reale però e non solo sulla carta) anche nel pubblico impiego. In caso contrario il dipendente della PA al coach fa una pernacchia udibile dall’Italia alla Groenlandia.
  • Pasquino2000 24/06/2018 11:53:37

    Ancora una volta la delusione è massima. Per catturare il consenso si lanciano campagne contro generici fannulloni, che esistono tra i privati come nel pubblico (ne ho conosciuto molti che nel privato leccavano e non facevano quasi nulla). Dagli al più debole, questa è la regola da 20 anni a questa parte. Si sperava in un governo diverso, ma qui siamo davanti al peggiore brunettismo, che schifezza.
  • rosalux 24/06/2018 11:47:50

    Impronte digitali? E le foto segnaletiche?
  • user222440 24/06/2018 11:34:59

    che noia Dott.ssa Bongiorno, ancora la guerra santa contro i dipendenti pubblici, credevamo aveste altre priorità…. magari abolire la legge Fornero, che dopo 40 anni (e 61 di età) mi costringe ancora a stare a lavoro, ed i giovani a spasso, alleggerire la pressione fiscale etc...etc...
  • snorky 24/06/2018 11:16:03

    E per i funzionari che "cercano cavilli col lanternino" e non fanno altro che scrivere lettere per procrastinare i pareri e i nullaosta alle imprese e ai cittadini ?
  • alexander5 24/06/2018 10:42:54

    ben fatto, i furbetti del cartellino andrebbero licenziati al primo sgarro con l'aggiunta di sanzioni di decine di migliaia di euro e azzeramento dei contributi
  • trabant 24/06/2018 10:37:06

    Manca una categoria: i fannulloni, quelli della PA che ricevono stipendio, vorrebbero anche lavorare ma non hanno proprio nulla da fare.