Cronaca » Provincia di Roma

Stadio Roma, Di Pietro: "Non siamo davanti a una nuova Mani Pulite"

Giovedì 21 Giugno alle 10:46


Il progetto dello stadio della Roma

"Distinguiamo l'aspetto penale dalla responsabilità etica e politica. A me pare che ci sia molto poco al di là di qualche fatto specifico. Non siamo davanti a una nuova Mani Pulite".

Così Antonio Di Pietro è intervenuto questa mattina ai microfoni di ECG, il programma condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio su Radio Cusano Campus, l'emittente dell'Università degli Studi Niccolò Cusano.

Le sue parole si riferiscono al giro di corruzione che nelle scorse settimane ha coinvolto, e sta coinvolgendo, politici e imprenditori romani riguardo la costruzione del'impianto che ospiterà nei prossimi anni le partite della Roma.

L'ex ministro, fra le altre cose, ha proseguito: "Prima di esprimere un giudizio di sostenibilità di queste accuse vorrei leggerle, anche perché la corruzione è come il matrimonio, ci vuole un beneficio, non semplici promesse, e serve anche l'atto contrario agli obblighi di ufficio. Sul piano processuale vedo poche cose".

E infine: "Sul piano investigativo c'è una forte evoluzione. Ai nostri tempi il ruolo del pm e della polizia era il ruolo del becchino, prima ci scappava il morto e poi si capiva chi l'aveva ammazzato. Ora molte inchieste sono preventive, ma vanno alla ricerca del morto, vedono se c'è o meno il morto. Questo è giusto, ma non deve recare pregiudizi nei confronti di persone che magari sono innocenti".

(Unioneonline/M)

 
virginia raggi
Stadio Roma, Virginia Raggi convocata di nuovo in procura

 
luca parnasi
Stadio Roma: spuntano altri nomi di politici che hanno preso soldi da Parnasi

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • user0000001 21/06/2018 16:42:17

    figueras, credo tu abbia le idee un po' confuse, oppure e' la punteggiatura che rende il tuo commento senza senso. Guarda che in questa nuova telenovela tutta italiana ci stanno finendo un po' tutti, dai DS ai leghisti, fino ad arrivare ai promotori della legalita', i 5 stelle. La verita' e' che in italia regna il malaffare e sara' davvero difficile liberarsene. Intanto per adesso basta spostare l'attenzione sugli immigrati e addossare su di loro le colpe di uno stato alla deriva.
  • figueras 21/06/2018 14:49:00

    Si però i sinistrati in via di estinzione vogliono, cavalcare un'onda a mare calmo,in questi ultimi anni ho visto e sentito cose non di sinistra,per uno che ha sempre votato a sinistra, trent'anni non sono pochi che voto li .Ora basta, i vari Renzi,Orfini,Marcucci,Delrio ecc ecc,il" reggente" di non so cosa,non regge neanche se stesso ,andate a lavorare seriamente,con uno stipendio uguale a quello di un metalmeccanico ,e sarebbe già tanto.