Cronaca » Orgosolo

Orgosolo, chieste condanne per oltre un secolo alla banda che voleva rubare la salma di Ferrari

Lunedì 18 Giugno alle 19:30


Nel riquadro, Giovanni Antonio Mereu, ritenuto il "capo" della banda

Si è conclusa con richieste di condanna per oltre un secolo - tra le quali spiccano i vent'anni sollecitati per il presunto capobanda Giovanni Antonio Mereu, noto Gianni "Caddina" di Orgosolo - la lunga requisitoria durata oltre sette ore nel processo in abbreviato contro la banda sgominata dalla direzione distrettuale antimafia tra la Sardegna, la Calabria e l'Emilia Romagna.

Tra i vari reati contestati al gruppo, presunti traffici di droga e di armi e il tentativo di furto della salma di Enzo Ferrari, sepolta a Modena, per poi chiedere il riscatto.

La parte più consistente della presunta banda è sotto processo a Nuoro ma oggi il procuratore aggiunto Gilberto Ganassi ha concluso una lunga requisitoria iniziata stamattina e proseguita nel pomeriggio, chiedendo una sfilza di condanne ai presunti vertici dell'associazione.

Tra i reati contestati, a vario titolo, ci sono l'associazione a delinquere finalizzata al traffico di armi e di droga, l'estorsione e vari altri reati.

Tra le richieste di condanna più consistenti, dieci anni agli orgolesi Pasquale Musina, Antonio Mereu ("Antoni Mannu"), Giovanni Succu e ai calabresi Francesco Riillo ed Emiliano Renato Bazzan.

 
giovanni antonio mereu considerato il capo banda
Armi, droga e il piano per rubare la salma di Ferrari: "Processate la banda di Orgosolo"

 
enzo ferrari
Orgosolo, armi e droga: decine di arresti. Sventato il furto della salma di Ferrari

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook