Cronaca » Provincia di Trapani

Caporalato nel Trapanese: migranti pagati 3 euro l'ora e un tozzo di pane

Giovedì 14 Giugno alle 09:00 - ultimo aggiornamento alle 10:08


La paga era di 3 euro all'ora. Da mangiare, a pranzo e cena, per loro c'era solo pane duro. Venivano sfruttati anche per 12 ore al giorno nelle campagne di Marsala e di Mazzara del Vallo, nel Trapanese.

Questo era l'incubo in cui erano finiti diversi immigrati - sia clandestini che regolari - dopo essere stati reclutati da due agricoltori arrestati dalla polizia.

Padre e figlio, uno di 68 l'altro di 35 anni, sono finiti ai domiciliari su ordine del gip di Marsala con l'accusa di sfruttamento della manodopera aggravato e in concorso.

Ai due, inoltre, sono stati sequestrati due vigneti e un vasto oliveto dove venivano fatti lavorare gli immigrati.

Le indagini - spiegano gli inquirenti - sono durate sei mesi e hanno accertato che i due "caporali" sfruttavano gli immigrati "facendoli lavorare non solo nelle loro aziende, ma anche mettendoli a disposizione di altri agricoltori".

Sono state le intercettazioni e le telecamere messe dagli investigatori a inchiodarli. I due facevano rapide contrattazioni con gli immigrati - ogni mattina quando passavano a prenderli - sulla paga oraria, sulle ore di lavoro e sul cibo e decidevano quale lavoratore impiegare: "Chi faceva troppe storie sul compenso o sul cibo veniva subito scartato".

I lavoratori si rivolgevano ai due uomini chiamandoli "padrone" e questi, a loro volta, li chiamavano con i nomi della settimana: "Giovedì - concludono gli investigatori - era uno degli uomini sfruttati".

(Unioneonline/DC)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

6 commenti

  • Chiara_71 14/06/2018 15:55:22

    numeronove 14/06/2018 15:40:21 condivido pienamente! e non solo sardi! Ovviamente cio' non toglie che notizie di questo genere facciano venire il voltastomaco
  • numeronove 14/06/2018 15:40:21

    La storia del caporalato la conosco da quarantanni, donne e ragazzi Sardi sfruttati nelle serre, controllati persino quando andavano a fare i bisogni (scontavano i minuti) al freddo senza assicurazione e contributi lavorando solo per il pane, ma vi siete accorti solo ora perché ci sono gli immigrati? Gli schiavi sono qui da decenni, con le loro storie maledette, e nessuno ha mai mosso un dito. Saludos
  • rosalux 14/06/2018 14:13:53

    Schiavisti schifosi. Mi auguro che, oltre al sequestro di tutti i loro beni, vengano messi in galera, ovviamente a pane duro ed acqua.
  • Ribelle64 14/06/2018 13:07:14

    Certamente seguaci ed ammiratori, oltreché votanti, di Salvini e C...Le risorse del luogo!..
  • Prometeo59 14/06/2018 11:53:19

    'sti caporali li manderei a pulire le stoppie lungo le strade.
  • be 14/06/2018 11:28:45

    perchè i sardi che lavorano nelle campagne sarde quanto prendono ? 900 euro al mese per 30 giorni fanno 30 euro al giorno o no ? la diferenza è che in Sardegna molti sono assicurati