Cronaca » Provincia di Ravenna

Fa sesso in caserma e si segna lo straordinario: carabiniere nei guai

Domenica 03 Giugno alle 15:05


Un appuntato dei Carabinieri di 48 anni in servizio a Ravenna è indagato per truffa e falso.

Secondo la procura avrebbe fatto sesso con una donna nella caserma della città romagnola, chiedendo anche un'ora di straordinario.

A riportare la vicenda è Il Resto del Carlino.

Tutto succede lo scorso 11 gennaio, quando intorno a mezzanotte il militare sale in caserma con due donne, spiegando al piantone in servizio che deve interrogarle in merito ad alcune indagini.

Con una di loro ha un rapporto sessuale, e questa lo denuncia per stupro, sostenendo di essere stata sopraffatta con la forza.

Le indagini e il racconto dell'amica della donna smentiscono la versione della violenza, confermando che il rapporto è stato consensuale.

Tuttavia il fatto che abbia avuto un rapporto in caserma, per di più ingannando il piantone e chiedendo uno straordinario non dovuto, gli è valso un'indagine per falso e truffa.

E ora l'appuntato, trasferito ad altro comando, rischia il rinvio a giudizio.

(Unioneonline/L)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • Utente_US 03/06/2018 21:35:47

    insomma, hanno perso tempo a lucidare la pistola..
  • alecarlo 03/06/2018 19:38:12

    Mi sembra giusto le indagini vanno approfondite. Comunque per un intervento straordinario il minimo retribuibile è di due ore .