Cronaca » Uganda

Facebook non sarà più gratis: "Chi lo usa deve pagare"

Giovedì 31 Maggio alle 15:04


La frase "è gratis e lo sarà sempre" campeggia sull'home page di Facebook.

In Uganda, però, dal 1° luglio le parole rischiano di essere cancellate.

Il Parlamento infatti ha approvato il varo di una controversa tassa a carico delle persone che utilizzano social media e piattaforme varie.

Come riferisce la Bbc, il provvedimento prevede un prelievo giornaliero di 200 scellini (circa 4 centesimi) per chi usa Facebook, Twitter e Whatsapp.

La svolta è stata caldeggiata dal presidente Yoweri Museveni, convinto che i social favoriscano, tra l'altro, la diffusione di fake news.

"Controlleremo tutto. Sappiamo chi diffonde messaggi d'odio, li troveremo", ha detto recentemente il presidente 73enne.

Chi critica la svolta, inoltre, teme anche una manovra tesa a limitare la libertà della stampa in vista delle elezioni del 2021, a cui Museveni potrebbe ripresentarsi.

Il governo, d'altra parte, già durante il voto del 2016 aveva attuato lo stesso provvedimento.

La legge dovrebbe entrare in vigore tra un mese, ma il condizionale è d'obbligo: non è affatto chiaro, infatti, come verrà implementato il tutto.

Mancherebbe, ad esempio, anche un monitoraggio accurato delle Sim card utilizzate dagli ugandesi.

Il pacchetto varato dal Parlamento comprende anche una tassa dell'1% sulle transazioni di denaro online.

(Unioneonline/M)

 
Licenziata per un post su Facebook, la Cassazione: "È legittimo"

 
Scandalo Facebook, Zuckerberg al Parlamento Ue: "Ci scusiamo per gli errori"

FACEBOOK ANNUNCIA NOVITA':

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

3 commenti

  • Prometeo59 08/06/2018 11:13:07

    prevedo un calo drastico degli iscritti
  • Utente_US 31/05/2018 22:21:54

    Saranno costretti a trasferirsi in Italy!
  • nopagoafitto 31/05/2018 16:22:49

    Se lo facessero anche in Italia avremmo milioni di rimbecilliti in meno, o almeno continueremmo ad averli ma non salirebbero alla ribalta come accade oggi.