Cronaca » Provincia di Napoli

Affari con i ristoranti dei clan della camorra: due medici in manette

Giovedì 17 Maggio alle 08:00 - ultimo aggiornamento alle 12:17


Due medici sono stati arrestati dalla Dia a Napoli: Luigi e Antonio D'Ari, anestesista e chirurgo estetico, sono accusati di aver protetto gli interessi di esponenti della camorra che si trovano in carcere o sotto processo, acquisendo i loro ristoranti nella città partenopea e concludendo affari con i fiduciari del clan.

I medici, che operano in cliniche private delle zone-bene di Chiaia e del Vomero, sono finiti nei guai insieme a Domenico Mollica, cognato di Carlo Lo Russo (collaboratore di giusitizia ed ex capo clan), Adriana Lo Russo, sorella di Carlo e moglie di Mollica, e a due persone dei Lo Russo.

Per gli inquirenti, i fratelli D'Ari avrebbero reimpiegato nei ristoranti cospicue somme di denaro che provenivano dalle attività illecite della camorra.

(Unioneonline/s.s.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook