Cronaca » Villacidro

Villacidro, l'assessore regionale Spanu incontra i migranti

Venerdì 04 Maggio alle 19:56


La foto di gruppo

L'assessore regionale agli Affari generali Filippo Spanu ha visitato questo pomeriggio la comunità dei migranti di Villacidro gestita dalla cooperativa "Alle Sorgenti Progetto A".

Proprio quella comunità dove quasi tre mesi fa si era consumato l'omicidio di un ghanese di 19 anni per mano di un nigeriano di 21 anni.

Ma oggi non si è parlato dell'efferato fatto di sangue.

"Solo io nella presentazione ho accennato all'episodio di cronaca del quale si sono occupati i media - ha esordito Rita Nannizzi, presidente della cooperativa che gestisce il centro di accoglienza per migranti - poi solo spazio al confronto con l'assessore Spanu e i nostri ragazzi".

Spanu ha parlato in inglese con i migranti, che così si sono subito sentiti a loro agio.

Ora sono 16 i ragazzi di diverse nazionalità dei quali si occupa la cooperativa, otto dei quali nell'appartamento che ha accolto l'assessore.

Nannizzi ha proseguito: "L'assessore Spanu è venuto per conoscere i problemi dei ragazzi e i loro sogni. Loro hanno manifestato il desiderio di rimanere in Italia e di voler trovare qui un lavoro. Per noi è stato molto importante parlare con l'assessore e con i funzionari regionali anche per comunicare loro alcune difficoltà organizzative e di gestione. Ora avremo un contatto diretto con questi funzionari". "Ho conosciuto - ha detto Spanu - ragazzi molto determinati con sogni molto concreti per il futuro. A loro ho ribadito che la priorità è quella di imparare la lingua italiana, la cui conoscenza è necessaria per un pieno inserimento nella comunità in cui vivono. Ho trovato inoltre operatori preparati e qualificati che fanno parte di un sistema di accoglienza che in Sardegna garantisce un'occupazione stabile a tantissimi giovani".

"La Regione - ha concluso l'assessore - ha messo in campo diverse azioni per favorire l'integrazione dei richiedenti asilo tra cui i progetti di volontariato sociale che possono favorire una vera inclusione. I primi due bandi hanno avuto un esito molto positivo e hanno coinvolto oltre 100 migranti che hanno realizzato, in forma gratuita, sulla base di uno spirito volontaristico, interventi molto utili per i comuni in cui vengono ospitati".

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook