Cronaca » Turchia

Monserrato, otto ragazzi in Turchia per parlare di turismo sostenibile

Sabato 28 Aprile alle 11:00


Gli studenti che partiranno per la Turchia

Gli studenti dell'Istituto tecnico Dionigi Scano volano in Turchia grazie al progetto europeo sullo sviluppo dell'ecoturismo.

Saranno otto i ragazzi - Gianluca Meloni, Valerio Spada, Pietro Congiu, Davide Frau, Christian Faggioli, Gabriel Pilloni, Matteo Simbola, Alessio Carnevale - accompagnati dagli insegnanti Marilena Atzei e Mario Loi, che dal 2 all'8 maggio saranno ospiti nella città di Mugla, in Turchia, di famiglie di alcuni studenti delle due scuole turche.

Lì avranno occasione di incontrare le delegazioni di studenti delle altre scuole partecipanti al progetto e di prendere parte a delle attività legate al concetto di ecoturismo.

L'istituto di Monserrato è stato inserito come partner, insieme ad altri tre di Turchia, Romania e Portogallo, nel progetto europeo "Plus Ka2, Engaging the youth of today to protect the climate of tomorrow" che riguarda le collaborazioni strategiche per la diffusione di buone pratiche.

Il progetto punta a formare generazioni di giovani rispettosi dell'ambiente e consapevoli dell'importanza della sostenibilità; promuovere l'ecoturismo, che rispetta l'ambiente e si focalizza sulle culture locali, prestando attenzione alle fonti di energia rinnovabili; e ad evidenziare le conseguenze negative del turismo di massa e il loro impatto sull'ambiente.

Uno degli scopi del progetto è la condivisione, lo scambio e la divulgazione delle buone pratiche messe in atto durante l'esecuzione delle attività affinché ci sia una ricaduta anche sulla comunità a cui l'Istituto e le altre scuole europee, ognuna per la propria parte, appartengono.

Tra le attività individuate per raggiungere gli obiettivi del progetto, è prevista la messa a dimora e coltura di piante tipiche della regione in uno spazio dedicato nell'area dell'Istituto. Tali piante verranno anche utilizzate in diversi workshop volti, per esempio, alla realizzazione di piatti tipici dei paesi coinvolti nel progetto e alla preparazione di saponi e oli essenziali.

Sono previste anche visite guidate in luoghi legati alla storia e tradizione locali. Inoltre, si svolgeranno attività di scoperta e conoscenza ambientale che evidenzieranno come la preservazione della flora autoctona sia strettamente collegata alla salvaguardia della fauna che vive nel territorio.

Durante l'anno scolastico, gli studenti dello Scano hanno già portato avanti alcune attività eco sostenibili, raccogliendo 104 chili di olive dal cortile della scuola per poi ricavarne 14 litri d'olio; realizzando il mirto nel laboratorio di chimica dopo aver raccolto le bacche; e partecipando a una pedalata ecologica partita dalla scuola per arrivare al parco di Molentargius.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook