Cronaca » Olbia

Perseguitata con un falso profilo Facebook e vittima di stalking, reati prescritti

Venerdì 20 Aprile alle 12:59


Tempio Pausania, il tribunale

"Basta, non abbiamo niente da dire, la mia assistita non vuole più sapere di questa vicenda": è il commento dell'avvocato Claudia Satta, dopo la sentenza del Tribunale di Tempio che ha dichiarato estinti per prescrizione i reati di stalking e di minacce ai danni di una donna olbiese di 30 anni.

Il giudice non ha potuto far altro che prendere atto degli effetti della prescrizione.

I fatti contestati all'ex marito della donna risalgono al 2011 e, solo qualche mese fa, la vittima era stata chiamata a deporre in aula, quando ormai era perfettamente inutile.

Gli atti del fascicolo aperto dopo un esposto a carico di un piccolo impresario olbiese descrivono una persecuzione spietata, condotta con diversi mezzi.

Si parla di un profilo Facebook falso utilizzato per postare fotomontaggi porno che ritraevano la vittima e poi le minacce, anche contro i familiari della donna.

La sentenza di prescrizione chiude la vicenda, e la vittima, alla fine, ha deciso, vista l'inutilità della deposizione, di non presentarsi in aula per raccontare la sua storia.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook