Cronaca » Provincia di Milano

Video hard di una compagna di classe su WhatsApp: nei guai i liceali milanesi

Mercoledì 18 Aprile alle 07:41


Dodici studenti milanesi di 14 anni sono stati sospesi dalle lezioni dopo la scoperta di un video che ritrae una ragazzina mentre si spoglia: quelle immagini, girate alcuni mesi fa, sono tornate a circolare sui telefonini e in particolare sulla chat WhatsApp della classe.

La vicenda era cominciata quando la studentessa aveva mandato il video, in cui si spogliava nella sua cameretta, al suo fidanzatino. E lui lo aveva mandato ai compagni della squadra di calcio.

In quelle settimane tutti sapevano, tutti avevano visto, ma i genitori della giovane non avevano denunciato, limitandosi a sostenere la figlia in attesa che la faccenda si sgonfiasse.

E così era successo, fino a due settimane fa, quando quelle immagini sono tornate a circolare su WhatsApp e sono approdate nella chat che raccoglie la protagonista e i suoi compagni di classe al liceo.

Lei ora è sotto choc, mentre i ragazzi che hanno condiviso il "file", oltre a essere stati sospesi, dovranno dedicarsi ad attività utili per la scuola, come ripulire il cortile, gli spazi della biblioteca e le aule. Infine il preside ha convinto i genitori della minorenne a sporgere denuncia, il processo penale è in corso.

(Unioneonline/s.s.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

9 commenti

  • user219208 18/04/2018 23:34:48

    Oddio Sardofelix ma sai leggere? Sei in grado di capire quello che leggi?
  • user235835 18/04/2018 23:22:01

    Basterebbe vietare I telefonini ai minori, per legge, forse ad un'eta di maggiore maturita ne farebbero un uso piu consono. Noooo tanto siamo in Italia.
  • Sardofelix 18/04/2018 18:25:34

    @nopagoaffitto: se il video non fosse stato mai realizzato, molto difficilmente sarebbe stato possibile pubblicarlo. Quindi, il problema è ANCHE il video in sé. Detto questo, la discussione muore sul nascere visto che la protagonista-vittima ha meno di 14 anni e per definizione non ha alcuna responsabilità. Però non prendiamoci in giro con l'ipocrisia di chi vuole camminare sull'orlo del baratro per poi dare la colpa al vento, o al destino cinico e baro, se ci cade dentro.
  • Sardofelix 18/04/2018 16:42:19

    stefanop, 238832 e 219208: ma volete depenalizzare la pedofilia? Spero di no. Una ragazzina di 13 anni è ampiamente autorizzata a essere stupida e ingenua, la responsabilità di questi gesti ricade completamente su chi approfitta della sua personalità non ancora formata. Se per ipotesi fosse maggiorenne potrei essere d'accordo con voi (il che evidentemente non scagiona chi ha pubblicato quei filmati) ma in questo caso mi spiegate quale colpa può avere una bambina?
  • user219208 18/04/2018 12:26:12

    @stefanop: la ragazzina sicuramente ha sbagliato, è stata proprio stupida e ingenua (anche perché comunque quella che ci rimette di più è sicuramente lei) ma....del "fidanzato" non vogliamo dire nulla? Lui, che ha condiviso il video con i compagni di squadra per farsi 4 risate con gli amici alle spalle della ragazzina, sapendo che poi la diffusione del video non si sarebbe fermata alla squadra, ma da lí avrebbe girato in tutte le chat di tutti i liceali, lui è a posto? Su di lui niente da dire?
  • nopagoafitto 18/04/2018 11:50:15

    stefanop, uno dei tanti che non hanno la capacità di cogliere la vera natura di un problema né i veri responsabili. Secondo lui la cosa grave non è la diffusione di un video privato ma il video stesso. Secondo lui il colpevole non è chi ha diffuso questo video ma la protagonista del video. Per te e per tutti gli altri che sono d'accordo con te mi auguro che prima o poi possiate rinsavire, altrimenti non andremo davvero da nessuna parte.
  • user238832 18/04/2018 11:19:54

    è lei è addirittura sotto choc!! ma quando faceva il video che cavolo pensava???
  • Prometeo59 18/04/2018 11:03:13

    generazione senza cervello...
  • stefanop 18/04/2018 09:31:48

    Ragazzine che si fanno video hard...sicuri che va tutto bene??