Cronaca » Arzana

Traffico d'armi ed esplosivo, scarcerati due arzanesi

Mercoledì 18 Aprile alle 19:32


La conferenza stampa di gennaio

Il gip Francesco Alterio ha accolto l'istanza presentata dagli avvocati difensori Marcello Caddori e Fabrizio De Murtas e concesso gli arresti domiciliari a Federico Laisceddu, 34 anni, e Stefano Marongiu, (34), entrambi di Arzana.

I due erano finiti in cella a gennaio insieme ad altre due persone con l'accusa di associazione per delinquere finalizzata al traffico di armi clandestine e modificate e di esplosivo militare.

Simone Cristian Loi

***

 
Arzana, traffico d'armi ed esplosivo: 4 arresti nel blitz dei carabinieri

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • brunobruno 19/04/2018 12:38:28

    Perché agli arresti domiciliari e non in galera? Occorrerebbe cambiare la legge, il possesso di armi prelude ad azioni criminali gravissime, forse non ci si rende conto che possedere illegalmente un'arma denota la volontà di poter commettere un grave delitto. Occorre soprattutto prevenire c'era scritto nella farmacia di Sabaudia paese dove sono cresciuto e mai frase ė stata così saggia e utile.