Cronaca » Cagliari

Locali del Cus Cagliari occupati, chiusa la cittadella sportiva di Sa Duchessa

Giovedì 12 Aprile alle 12:54


Lo striscione

Il Collettivo universitario occupa uno spogliatoio della struttura sportiva di Sa Duchessa, e il Cus Cagliari, dopo aver presentato una denuncia, chiude tutti gli impianti.

Già annullate le partite e gli allenamenti in programma oggi: a rischio gli appuntamenti, anche nazionali, del fine settimana.

Un gruppo di studenti, ieri, è entrato nel locale accanto al campo da basket del Cus: "Come collettivo - hanno spiegato - abbiamo deciso di ridare vita a uno degli spazi abbandonati dall'ateneo. Diventerà un luogo per contribuire a produrre e condividere i saperi, possano collaborare affinché cultura, informazione e ricerca vadano avanti, slegandosi dai metodi degli ambienti accademici, pur rimanendo all'interno delle mura universitarie".

I vertici del Cus, dopo la scoperta del blitz, hanno presentato una denuncia in Questura. Del caso si sta occupando la Polizia.

L'interno della struttura
L'interno della struttura

E sempre il Cus ha annunciato oggi la chiusura della Cittadella sportiva Sa Duchessa "a seguito dell'invasione e dell'occupazione abusiva di un immobile all'interno della Cittadella".

La società sportiva fa sapere di "non essere in grado di garantire la sicurezza degli spazi e delle centinaia di persone che ogni giorno svolgono attività sportive, ricreative e di studio negli impianti del Cus". Sospese tutte le attività sportive.

"È un grave danno per il Cus, per tutte le persone che vi svolgono attività sportive a livello amatoriale o agonistico. Ad essa si aggiunge il necessario trasferimento presso una struttura alberghiera delle atlete che sono ospitate nell'immobile occupato". Poi l'appello: "Le istituzioni cui è affidata la tutela dell'ordine pubblico ripristino rapidamente la legalità. Chiediamo che anche l'Ateneo si adoperi per giungere a una conclusione positiva della vicenda".

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

4 commenti

  • user219208 12/04/2018 15:40:51

    Comunistoidi studentelli di filosofia ??!?!?
  • Noabbo 12/04/2018 14:44:57

    Che gente. Una delle poche strutture funzionanti e a pieno carico. Pensassero a studiare .
  • meres 12/04/2018 14:41:21

    eya, se la cantano e se la bevono... sono sempre gli stessi compagni che occupano una struttura privata in Castello. Gli stessi che riempiono di bottiglie rotte i giardinetti di viale s. Ignazio Gli stessi compagni che sbagliano (nello scegliere la marca di birra)... Insomma, si tratta dei sottofondi culturali che hanno espresso la stessa Magnifica Rettora...
  • Sorigumaccu 12/04/2018 14:13:16

    Generazione perduta