Cronaca » Marrubiu

Marrubiu, l'ex parroco patteggia 7 mesi per diffamazione

Mercoledì 28 Marzo alle 19:58


Il tribunale di Oristano

Don Antonello Cattide, ex parroco di Marrubiu ha patteggiato una pena di sette mesi e dieci giorni per diffamazione aggravata nei confronti del sindaco Andrea Santucciu, di altri amministratori, dei loro familiari e di un giornalista.

La vicenda risale all'estate scorsa: su Whatsapp viene fatto girare un messaggio anonimo con insulti e accuse pesanti verso il sindaco Santucciu, il consigliere di maggioranza Raffaele Zedda, il consigliere comunale Gabriele Basciu, la moglie Marina Pilloni e i figli Giacomo e Irene, l'assessore Doriano Sollai e la figlia Valentina, il giornalista Antonio Pintori.

Subito era stata presentata una denuncia e la polizia postale aveva accertato che quel messaggio era partito dal telefono cellulare utilizzato dal parroco del paese.

Era scattata l'accusa di diffamazione aggravata per don Cattide che però si è sempre dichiarato innocente.

Assistito dagli avvocati Gianfranco Siuni e Antonella Mugheddu, il sacerdote aveva poi deciso di patteggiare.

Le vittime della diffamazione assistete dagli avvocati Monica Masia, Anna Maria Uras, Adriano Sollai e Gesuino Loi sono intenzionate ad andare avanti per ottenere il risarcimento danni.

 
la chiesa di marrubiu
Marrubiu, Don Cattide si dimette: "Ho bisogno di riposare"

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • Gatti1 29/03/2018 08:24:08

    Che vergogna per il parroco ...