Cronaca » Nughedu San Nicolò

Uccide l'amico durante un litigio
Trento, arrestato 56enne sassarese

Martedì 27 Marzo alle 19:07 - ultimo aggiornamento alle 21:31


L'arresto di Mulas (da Il Dolomiti)

Al culmine di un litigio ha colpito con un coltello un amico, Andrea Cozzatti, 44 anni, uccidendolo.

Quindi ha chiamato lui stesso i soccorsi. E, all'arrivo della polizia, è finito in arresto, con l'accusa di omicidio volontario.

Protagonista in negativo della vicenda, Salvatore Roberto Mulas, 56enne originario di Nughedu San Nicolò (Sassari), ora rinchiuso nel carcere trentino di Spini di Gardolo.

Proprio a Trento, nell'abitazione di Mulas al civico 22 di via Maccani, è andata in scena la tragedia.

Interrogato dagli inquirenti, Mulas ha ammesso la propria responsabilità, spiegando però di aver agito "per legittima difesa".

Come conferma il suo avvocato, Stefano Daldoss: "Siamo di fronte a una storia bruttissima e molto molto triste. Si è parlato di piena confessione, ma in realtà il mio cliente, che soffre di gravi problemi di salute (è pensionato e percepiva un assegno di invalidità, ndr) ha solamente fornito una sua versione dell'accaduto, assicurando di aver agito per legittima difesa dopo essere stato aggredito. In questa fase aspettiamo che l'iter delle indagini faccia il suo corso. Poi adotteremo la linea conseguente".

La vittima
La vittima

Non sono chiari i motivi che hanno innescato la lite, sfociata poi in colluttazione e terminata in delitto. Decisivi per chiarire ogni contorno della vicenda saranno gli ulteriori accertamenti disposti dalla magistratura.

È lo stesso legale a illustrare le prossime tappe, serrate, dell'indagine: "Domani ci sarà l'udienza di convalida e verranno condotti due accertamenti irripetibili. Quello della Scientifica nella cucina dove è avvenuto il fatto e quello del medico legale, che dovrà chiarire i dettagli sul decesso e quante coltellate sono state sferrate, una o due. Acquisiti i risultati di queste perizie, valuteremo il modo di proseguire".

Luigi Barnaba Frigoli

(Unioneonline)

 
un auto della polizia
Trento, 44enne ucciso a coltellate: si indaga su un amico

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • user221034 28/03/2018 00:33:35

    se si fosse trattato di uno straniero allora sì avrebbe avuto senso! E, certo, ammazzare un amico è un fatto ricorrente, una notiziola, cosa vuole che sia.
  • user220048 27/03/2018 21:07:55

    Troppo risalto per il solo fatto che sia di origini sarde. Sono fatti ricorrenti, notizia da mettere tra le brevi.