Cronaca » Cagliari

Meningite a Cagliari, il Cocò chiude per il weekend. Ambulatori presi d'assalto

Sabato 24 Marzo alle 06:52 - ultimo aggiornamento alle 18:43


I ragazzi in fila all'ambulatorio

"Chiuso per questo weekend". Serata annullata ieri alla discoteca Cocò di Cagliari per "il ciclone che sta coinvolgendo la città", riferimento non diretto ma inevitabile ai due casi di meningite registrati a Cagliari in pochi giorni.

Cosa c'entra uno dei locali più frequentati dai giovani cagliaritani? I due ragazzi colpiti da meningite di tipo B - il 20enne di Cagliari morto in casa e il 19enne di Gesico ricoverato in Rianimazione al Policlinico di Monserrato - la settimana scorsa erano proprio in quella discoteca.

Inoltre in molti gruppi Whatsapp è girato il messaggio che invitava tutte le persone che erano andate venerdì 16 alla serata del Cocò a fare la profilassi.

Non c'è nessun collegamento certo tra la discoteca e i due casi di meningite e non ci sono prove che i due ragazzi si siano ammalati nel locale. Ma la coincidenza ha alimentato gli allarmismi e spinto anche la Assl a fare degli accertamenti.

LA CHIUSURA - Ieri notte poi i responsabili della discoteca hanno deciso di non aprire. Serate annullate anche oggi e domani. Così poco prima dell'una i parcheggi di via Newton erano vuoti. Il passaparola sui social e tramite Whatsapp ha evitato a molti di andare inutilmente nella discoteca.

Ieri sera i gestori avevano scritto un lungo post per partecipare "al dolore quanti piangono Giovanni, il giovane deceduto a seguito della infezione batterica da meningococco": un caso però "non associabile al Cocò".

"La sicurezza sanitaria", hanno proseguito i responsabili, "può essere garantita soltanto rispettando i protocolli sanitari previsti dalla Assl. Bisogna proteggersi e per farlo si può scegliere di non uscire di casa, visto che i contatti a rischio possono esserci in ristorante, al bar, al cinema, al centro commerciale, oppure di continuare ad avere una vita sociale usando qualche precauzione raccomandata dalle autorità sanitarie. Vaccinarsi, se possibile, fare la profilassi antibiotica nel caso di contatti con persone malate, stare attenti ai sintomi caratteristici della malattia nella fase iniziale".

Dalla discoteca hanno concluso: "Speriamo di poterci ancora divertire per molto tempo assieme". Poi la decisione di non aprire.

AMBULATORI PRESI D'ASSALTO - Con mascherine e sciarpe sulla bocca: circa duecento persone, soprattutto giovanissimi, hanno preso d’assalto stamattina l’ambulatorio della Assl in via Sonnino per fare la profilassi antibiotica dopo i recenti casi di meningite a Cagliari.

Molti frequentatori della discoteca Cocò, ragazzi che hanno partecipato alla serata di venerdì della scorsa settimana, serata a cui avevano partecipato il ventenne cagliaritano morto lunedì per meningite e il diciannovenne di Gesico ricoverato in Rianimazione in gravi ma stazionarie condizioni.

IL SERVIZIO DEL TG DI VIDEOLINA:

 
immagine simbolo
Allarme meningite a Cagliari, la Assl: "Evitate i luoghi affollati"

 
Meningite, il medico: "Gli accorgimenti per evitarla"

 
il pronto soccorso del policlinico di monserrato
Meningite, un altro caso: grave un 20enne di Gesico

 
giovanni mandas
Cagliari, "sospetta meningite", muore un ragazzo di 20 anni

 
l ospedale di isili si difende
Isili, caso meningite: "L'ospedale ha fatto il possibile"

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

8 commenti

  • Nostrum 26/03/2018 18:49:46

    omettono la questione clandestini AFRICANI VERGOGNA!! ROBA DA NORIMBERGA
  • marpio 25/03/2018 13:17:02

    2 casi accertati di meningite e le auorità sanitarie proclamano di "evitare luoghi affollati". Quindi si ferma il mondo: niente autobus treni cinema scuole aerei riunioni convegni funzione religiose ect. Ma perchè non consigliare una mascherina per non rischiare il contagio alla stregua del preservativo per l'AIDS?
  • arrovigodd 25/03/2018 11:36:40

    Tutto vero quello che hanno scritto fideliox, dadaolta e Utente_US! La parola d'ordine è INSABBIARE! Arru su dovrebbe dimettere, e non solo per quello che ha detto sull'integrazione degli immigrati (a scapito dei giovani sardi), ma per l'incapacità TOTALE di gestire la sanità! Mancano i vaccini, stanno mancando gli antibiotici adatti....poi perchè in questo momento si deve ancora pagare quello "B"? E chi non se lo può permettere?
  • arrovigodd 25/03/2018 11:32:08

    Una vergogna della sanità sarda!! Sono stato nell'ambulatorio sabato mattina con mia figlia e sono scappato! C'era più lì il rischio che non al Cocò! Il medico di famiglia mi ha consigliato la Guardia Medica, almeno per farmi dare l'antibiotico per la profilassi. Mi hanno mandato via in malo modo, dicendo che NON SAPEVANO QUALE FOSSE L'ANTIBIOTICO DA DARMI e che dovevo andare solo alla ASL in via Sonnino (a contagiarmi!) CHE SCHIFO di sanità!
  • fransisceddu 24/03/2018 23:12:35

    Stiamo diventando la catena d Europa🤮chapoeau per L editoriale del direttore Emanuele Dessì sutg di Videolina..ps: L assessore competente regionale dov’ e’???
  • Utente_US 24/03/2018 21:05:22

    Insabbiare sempre, queste potrebbero essere le disposizioni impartite dall'alto.. Non riescono a visitare noi italiani nella normalità in tempi adeguati e poi dobbiamo credere che i clandestini vengono controllati a centinaia?
  • dadaolta 24/03/2018 16:28:09

    Probabilmente non c'entra con questo caso,ma è folle che stranieri provenienti da quella che lo stesso C.D.C. di Atlanta chiama"cintura subsahariana della meningite"(nella quale essa è definita"iperendemica": fino a mille casi ogni centomila abitanti!) non vengano sottoposti a"screening"accurati in quarantena, con rischi potenzialmente enormi,visto che secondo la Farnesina anche "Il pellegrinaggio Haji in Arabia Saudita è stato associato con epidemie di meningite da meningococco."
  • fideliox 24/03/2018 14:35:09

    mi sembra poco furbo affollare gli ambulatori della ASL perchè presi dal panico, visto che proprio i luoghi affollati sono quelli nei quali è pi facile prendere la meningite...