Cronaca » Toscana

Risolto il mistero dei dischetti in spiaggia: "Vengono da un depuratore"

Giovedì 22 Marzo alle 12:01 - ultimo aggiornamento alle 12:39


I dischetti

In seguito all'indagine di Capitaneria di porto e Guardia costiera, è stato risolto il mistero dei dischetti di plastica trovati la scorsa settimana in diverse spiagge della costa tirrenica, e in particolare in Toscana, Lazio e Campania.

Dalle ricerche effettuate è emerso che nei pressi della foce del fiume Sele - che scorre tra le province di Avellino e Salerno -, dove si è registrata una grande concentrazione di questi dischetti, si trova un depuratore.

Quelli ritrovati sono dunque filtri fuoriusciti dall'impianto a causa di un cedimento strutturale di una vasca, che dopo essere andati alla deriva nel Tirreno hanno raggiunto le coste, distribuendosi in diverse aree a causa delle correnti marine.

Per risolvere il "giallo" è stata determinante l'attività del personale del Nucleo Speciale d'Intervento (Nsi) della Guardia Costiera, coordinato dal Reparto Ambientale Marino (Ram).

(Unioneonline/F)

 
i dischetti
Il mistero dei dischetti di plastica spiaggiati sul litorale italiano

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • SALZAR 22/03/2018 14:14:49

    un depuratore che utilizza filtri grandi come una moneta? a milioni? non ci credo.