Cronaca » Perdasdefogu

Cane ucciso con un colpo di fucile a Perdasdefogu

Giovedì 22 Febbraio alle 15:06


Un Labrador

Un nuovo episodio di violenza nei confronti degli animali: questa volta, a Perdasdefogu, un cane è stato ucciso con un colpo di fucile.

La carcassa dell'animale, di razza Labrador, è stata ritrovata dai carabinieri di Perdasdefogu in località "Su Cungiau De Is Morus", dopo la segnalazione di una ragazza.

Non vedendo il cane, come suo solito, gironzolare per il giardino, lo aveva cercato per diverse ore, fino a ritrovarlo morto in campagna.

Durante il sopralluogo, effettuato insieme a un veterinario dell'Asl di Lanusei, è stato accertato che a uccidere il Labrador è stato un colpo di fucile calibro 12 a pallettoni, sparato da distanza ravvicinata.

I militari hanno avviato le indagini per risalire all'autore del gesto.

(Unioneonline/s.s.)

I PRECEDENTI:

 
un frame del video
"Ho sbagliato": le scuse del pastore che ha ucciso una volpe con il forcone

 
il cane freccia
Freccia, la storia (a lieto fine) del cane trafitto da un arpione finisce in tv

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • sadam 24/02/2018 11:19:07

    1madino questa è sola delinquenza non è giustificabile.
  • 1madino 23/02/2018 17:02:52

    Vivo in un paesino con economia agro-pastorale composto da meno di mille abitanti e da almeno cinquemila pecore e penso di sapere cosa significa per gli allevatori lottare contro le avversità naturali come: gelo, siccità,incendi ed alluvioni. Se poi a queste calamità meteorologiche ci dobbiamo aggiungere le volpi, donnole,gatti selvatici e orde di cani (discendenti dei lupi) allora diciamo chiaro e tondo che devono chiudere baracca e burattini ed attendere il sussidio dello stato.