Cronaca » Provincia di Macerata

Delitto Pamela, convalidato il fermo per il nigeriano. Lui: "Sono innocente"

Sabato 03 Febbraio alle 10:42 - ultimo aggiornamento alle 15:42


Innocent Oseghale

Continua a dichiararsi non colpevole Innocent Oseghale, il 29enne nigeriano accusato di avere assassinato Pamela Mastropietro, la 18enne romana uccisa, fatta a pezzi e chiusa in due trolley nel Maceratese dopo essere fuggita da una comunità di recupero.

Oggi il gip Giovanni Manzoni ha convalidato il fermo per il presunto killer, rinchiuso nel carcere di Montacuto ad Ancona. L'uomo è accusato di omicidio, vilipendio e occultamento del cadavere.

Gravissimi gli indizi che inchiodano il nigeriano. Nel suo appartamento sono stati trovati coltelli da cucina, una mannaia, sequestrata dai Ris, e tracce del sangue di Pamela. Secondo i carabinieri Oseghale avrebbe smembrato il corpo della ragazza nel suo appartamento.

Ancora ignote le cause della morte della giovane, l'autopsia non è bastata a chiarirle.

Secondo una prima ricostruzione la giovane, fuggita dalla comunità di recupero Pars di Corridonia (Macerata), sarebbe entrata in contatto con Oseghale - che ha precedenti per spaccio - per comprare droga. Potrebbe essere morta per overdose, o essere stata uccisa e poi smembrata.

Il legale della famiglia di Pamela ha descritto l'omicidio come qualcosa che "neanche la più feroce delle bestie avrebbe potuto compiere, neanche il leone più affamato della terra". Dal corpo della 18enne potrebbero persino essere stati asportati alcuni organi.

Intanto la comunità nigeriana di Macerata ha organizzato per oggi pomeriggio una manifestazione per esprimere vicinanza alla famiglia di Pamela e condannare "ogni tipo di violenza e strumentalizzazione".

(Unioneonline/L)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

16 commenti

  • tamburello 09/02/2018 12:01:21

    Maledetto
  • user220836 04/02/2018 11:40:42

    Chiara_71 le telecamere lo hanno ripreso mentre seguiva Pamela, il tassista, li ha visti entrare a casa di lui, a casa sua, due coltellacci e una mannaia, e i vestiti di Pamela, sporchi del sangue di Pamela...tralascio la parte più macabra, il nigeriano è stato poi visto, mentre trascinava i due troley rosso e blu...vuoi supporre che non sia stato lui...???
  • Chiara_71 04/02/2018 10:13:07

    Supponiamo che non abbia commesso questo delitto tanto orribile da far star male, in ogni caso che ci faceva questa persona, spacciatore e col permesso di soggiorno scaduto, in Italia?
  • Esorcista 04/02/2018 10:02:37

    Gradisar: " esattamente come tanti di noi, punto."! Quanti questi "tanti di noi", quanti rispetto all'intera popolazione e quanti questi tanti di altri gruppi sociali rispetto alla totale consistenza dei gruppi? Sarebbe bene documentarsi.
  • TraversU 04/02/2018 09:36:01

    risorsa! quanto male si è procurato, per non avere avuto, una visione politica onesta e non ideologizzata.
  • Fisio 04/02/2018 09:18:09

    Queste politiche dei migranti sono state volute e cercate dall'Europa. E siccome in Europa non esiste un referendum, i cittadini non hanno niente da dire. Più facile far entrare stranieri pur di non occuparsi della questione delle natalità troppo basse. Troppi interessi in gioco.
  • magodz 04/02/2018 08:47:17

    ..donne comprese, è chiaro poi che anche qui ci sarà l'eccezione, ma credetemi è molto rara, i motivi di questa "violenza" insita in loro sono poi da ricercare anche nella vita e nelle tradizioni del loro stato, nella violenza che hanno vissuto nei loro villaggi, etc etc, quindi, per favore, non si faccia di tutta un erba un fascio, perché sarebbe come dire che i sardi sono tutti sequestratori, tagliatori di orecchie, ladri di pecore, alcolizzati, etc etc , però ripeto, la Nigeria è pericolosa.
  • magodz 04/02/2018 08:42:55

    Ma è possibile che ancora oggi, con tutte le persone "di colore" che vivono in Sardegna, non sappiate distinguere e non conosciate le grandi differenze che esistono tra i popoli, ve lo ricordo affinché non continuate a fare sempre di tutta un erba un fascio, i senegalesi sono persone squisite, lavoratori, persone che si danno da fare, i nigeriani sono altra cosa, mal visti dagli stessi senegalesi che infatti hanno loro stessi paura, sono persone violente e pericolose, che rifiutano il lavoro,
  • Utente_US 03/02/2018 21:42:08

    Un motivo in più per far passare lo ius soli.
  • FABBRIFIBBRA 03/02/2018 19:30:21

    Continuiamo a farli entrare nel nostro paese...!!!!!