Cronaca » Provincia di Frosinone

Abusi sulla figlia, l'avvocato del 53enne suicida: "Voleva dimostrare la sua innocenza"

Martedì 23 Gennaio alle 15:30


L'ospedale Santa Scolastica di Cassino

"C'era tutta la volontà di collaborare con la magistratura e di dimostrare la sua innocenza", queste le parole dell'avvocato Domenico Di Tano, che assisteva il poliziotto della penitenziaria che si è tolto la vita lunedì mattina in un centro del Frusinate dopo le accuse di presunti abusi sessuali nei confronti della figlia 14enne.

"L'avevo sentito pochi giorni fa - sottolinea il difensore - avevamo parlato della eventuale nomina di un consulente in vista dell'incidente probatorio".

A raccontare degli stupri era stata la stessa ragazzina, che aveva accusato il padre scrivendo un tema a scuola la cui traccia era "Scrivi una lettera a tua madre confessandole ciò che non hai il coraggio di dirle": "Sono stata stuprata da papà, la prima volta fu in un giorno in cui non mi sentivo molto bene e non sono andata a scuola. Ogni volta che rimanevo io e lui solo, anche solo per cinque minuti, risuccedeva fino a un totale di sei-sette volte".

Allontanato da casa, l'uomo, un 53enne, non ha retto al peso delle accuse e si è suicidato, impiccandosi all'interno di una chiesa in località Castello, a Roccasecca.

(Unioneonline/s.a.)

 
Indagato per abusi sulla figlia, si uccide. La moglie: "Accuse non verificate"

 
immagine simbolo
Violenta la figlia 14enne per mesi: in manette un agente di custodia

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

9 commenti

  • studioroma 28/01/2018 22:11:01

    @semur : ; mi devi scusare, non è per offenderti, ma semplicemente per dirti che esistono delle norme e, l'avvocato ha il dovere di usarle per difendere o tutelare l'immagine di chiunque sia infamato o abbia un'accusa , specie per chi è accusato di un fatto dove però mancano le prove ,come nel caso del genitore
  • semur 25/01/2018 23:15:11

    studioroma perchè non si può dire ad un avvocato che a mio giudizio sta sbagliando?
  • user216241 24/01/2018 11:26:57

    A sentire il magistrato le dichiarazioni della ragazzina erano ben circostanziate e credibili, la moglie aveva precedentemente intuito qualche situazione poco chiara. Evitate di fare demagogia. La colpa adesso sara' della ragazzina? Ma finitela
  • mirkos70 24/01/2018 09:48:59

    Complimenti alla prof.ssa, per il titolo del tema. Semur l'avvocato fa il suo lavoro. Oppure vogliamo negare la difesa in tribunale a prescindere? P.S. ovviamente se fossero vere le accuse, massima pena e nessuna clemenza, questo a scanso di equivoci.
  • eternoriposo 24/01/2018 08:53:06

    se si analizza il contenuto virgolettato di quanto scritto nel tema dalla ragazzina, ho grandi perplessità. Non si evince se la ragazzina ha chiaro il concetto di stupro, ma è anche vero che si tratta di notizie parziali. Mi chiedo solo se in casi di questo tipo si debba rendere pubblica la notizia ad indagini in corso. Per alcuni soggetti, è una induzione al suicidio seppure innocenti o colpevoli che siano. Che triste notizia.
  • odcandrea 24/01/2018 08:37:19

    Mi chiedo? Ma questa ragazza avrà un senso di colpa perchè il padre si e ucciso? E tutto questo, nella vita futura, che peso avrà? Se qualcuno la stupra nuovamente avrà il coraggio di denunciare? E quante ragazze che subiscono questi abusi denunceranno i loro famigliari dopo aver letto questi articoli di suicidio? Solo loro, le vere vittime passeranno come persone senza cuore solo per aver subito quello che non volevano. Chi le tutelerà???
  • studioroma 23/01/2018 22:07:57

    ,@semur vorrei capire come si permette di fare queste affermazioni all'avvocato. lei dovrebbe capire che servono prove o esiti certi sino a prova contraria . non basta un tema di una figlia per condannare il padre. di certo ci vuole il massimo rispetto per la figlia e, per quello che ha detto, ma va da se che serviranno indagini con una analisi psicologica per comprendere quanto avvenuto, pertanto condannare a priori dando per scontato che il percorso è quello che sembra è un grave errore
  • meteoman 23/01/2018 20:04:19

    Semur, Le ricorda qualcosa la storia dei fratelli Michele (oggi 26 anni) e Gabriele (oggi 23 anni) che, quando avevano 9 e 12 anni, avevano accusato il padre di violenza sessuale e solo 2 anni fa hanno richiesto la revisione del processo. La madre li aveva istigati a fare quelle deposizioni. In un altro caso, in cui la figlia accusava il padre, si è scoperto dopo 9 anni che la ragazzina era ancora vergine. Facile giudicare senza conoscere la vera storia.
  • semur 23/01/2018 17:41:26

    avvocato mi pare che lei stia aggiungendo male al male. con le sue parole quella povera ragazzina verrà considerata oltre che una grande calunniatrice anche l assassina del padre. per favore avvocato taccia!