Cronaca

E ora il cibo esce dalla stampante 3D: il progetto sviluppato in Sardegna

Mercoledì 17 Gennaio alle 17:09


Il cioccolato lavorato con la stampante 3D

Il bambino non mangia la verdura? Nessun problema, il cibo diventerà attraente se assumerà le sembianze di un pupazzo o di un giocattolo.

Non è fantascienza, è solo quello che è in grado di fare la stampante alimentare 3D.

Un progetto sul quale ha lavorato l'ingegnere e digital design Danilo Spiga e il tecnologo alimentare Paolo Vinci, seguiti dalla responsabile Sandra Ennas di "Sardegna Ricerche".

In realtà, l'uso domestico del nuovo strumento elettronico rappresenta solo una parte residuale della ricerca effettuata dai due studiosi.

A utilizzarlo dovrebbero essere soprattutto le industrie alimentari: prima di immettere sul mercato un nuovo prodotto, avranno la possibilità di vederlo fisicamente.

E, a quel punto, di decidere se creare o meno la linea di produzione.

La stampante 3D potrebbe anche diventare, in tempi brevi, un elettrodomestico qualunque: per effettuare i loro studi, i due ricercatori hanno usato un modello base dal costo tra i 700 e i 900 euro.

E sarà utilizzato anche nelle cucine dei ristoranti.

Ma, nessuna paura, gli chef non perderanno il loro posto di lavoro. In primo luogo, perché la stampante 3D non è in grado di cucinare (anche se può cambiare lo stato di un prodotto trasformandolo da solido in liquido: il cibo deve essere preparato prima da qualche esperto.

"Diventerà, eventualmente", spiega Spiga, "solo un valido aiutante degli chef".

Che cibi possono essere "disegnati" dalla stampante alimentare 3D? Tutte le creme spalmabili, la ricotta, le verdure, il cioccolato".

E tanto altro ancora: possono, per esempio, essere realizzate pizze con design particolari o, per restare legati a cibi tradizionali dell'Isola, anche diversi tipi di pane.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook