Cronaca » Beirut

Libano, diplomatica inglese uccisa: confessa il tassista

Lunedì 18 Dicembre 2017 alle 15:27 - ultimo aggiornamento Lunedì 18 Dicembre 2017 alle 21:02


Rebecca Dykes

Ha confessato il tassista libanese arrestato per l'omicidio di Rebecca Dykes, la diplomatica inglese che lavorava all'ambasciata britannica in Libano.

Stando alla ricostruzione della polizia, la Dykes - trent'anni - aveva preso il taxi Uber dopo la festa organizzata da un'ex collega dell'ambasciata nella zona di Gemmayzeh, in centro a Beirut, alla vigilia del volo che l'avrebbe riportata a casa per le vacanze di Natale.

L'uomo alla guida dell'auto avrebbe tentato di violentarla e poi l'avrebbe uccisa, strangolandola con una corda e abbandonando il cadavere lungo un'autostrada a diversi chilometri da dove la donna era salita sul taxi.

Le forze dell'ordine lo hanno individuato grazie alle riprese delle telecamere di sorveglianza.

(Unioneonline/D)

 
rebecca dykes
Beirut, stuprata e uccisa una diplomatica britannica: un arresto

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • user235755 19/12/2017 09:04:06

    Povera ragazza! Ancora un barbaro femminicidio. Per queste cose tutto il mondo è uguale. Che il Signore l'accolga nei cieli.
  • Pasquino2000 19/12/2017 06:21:40

    Per prima cosa non si tratta di un tassista ma di un conducente chiamato attraverso UBER. Questo la dice lunga sulla sicurezza di questo modo di muoversi.