Cronaca » Provincia di Foggia

Estorsione mafiosa, torna in carcere l'ultimo boss della "Società foggiana"

Sabato 16 Dicembre 2017 alle 11:50


La Procura di Bari ha ordinato l'arresto

Fa ritorno in carcere Federico Trisciuoglio, l'ultimo capoclan della mafia foggiana che era ancora in libertà.

L'uomo - 64 anni - è stato arrestato assieme al figlio Giuseppe, 40enne, su ordine della Procura di Bari.

I due devono scontare rispettivamente 7 e 5 anni di reclusione per estorsione aggravata dal metodo mafioso.

I Trisciuoglio secondo l'accusa imponevano - grazie all'intermediazione di politici locali - le assunzioni all'azienda Amicra, all'epoca dei fatti contestati di proprietà comunale, che gestisce la raccolta e lo smaltimento rifiuti a Foggia.

Gli assunti venivano pagati pur non lavorando, e quando alcuni funzionari dell'azienda hanno provato a denunciare la cosa, sarebbero stati minacciati di morte.

Trisciuoglio era stato già condannato per mafia, estorsioni e droga in passato: è considerato lo storico boss della batteria Trisciuoglio-Tolones, appartenente alla cosiddetta "Società foggiana".

(Unioneonline/L)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook