Cronaca » Italia

"Ha venduto segreti del governo": accuse all'esperta del ministero dell'Economia

Mercoledì 22 Novembre alle 12:35 - ultimo aggiornamento alle 13:29


Il ministero dell'Economia

Segreti fiscali del governo venduti per 220mila euro.

Nel mirino delle accuse una componente della segreteria del ministero dell'Economia, Susanna Masi, che avrebbe passato importanti informazioni al colosso della consulenza legale tributaria Ernst & Young.

Lo scrive il Corriere della Sera.

La Masi, ex professionista del gruppo, è entrata nella segreteria tecnica del ministero ai tempi del governo Monti, a fine 2012, poi è divenuta consigliere in materia fiscale dell'ex ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni (nel governo Letta) e dell'attuale, Pier Carlo Padoan (nel governo Renzi).

Nel 2015 è stata nominata tra i cinque consiglieri di amministrazione di Equitalia.

LE INDAGINI - L'ipotesi di reato contestata dalla Procura di Milano è di "rivelazione di segreto d’ufficio" e "false attestazioni sulle qualità personale per non avere dichiarato il proprio conflitto d’interessi".

L'esperta, in particolare, avrebbe diffuso notizie "relative alla proposta di introduzione di una tassa europea sulle transazioni finanziarie": molto preziose per la società per "offrire ai grossi clienti servizi di ottimizzazione fiscale già parametrati sulle norme in divenire". In più si sarebbe resa disponibile a "proporre modifiche alla normativa fiscale interna" "a vantaggio di Ernst & Young".

Accusati di "corruzione" anche Ernst & Young come società e il suo rappresentante italiano, Marco Ragusa.

Il passaggio, secondo il quotidiano, è avvenuto dal 2013 al 2015 e sarebbe costato alla società 220mila euro, che la Masi riceveva in normali bonifici bancari.

(Redazione Online/D)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • Vanila 22/11/2017 15:30:35

    Sottrazione di documenti di governo, quindi segreti di stato, ovvero alto tradimento: è ancora prevista la pena di morte per questi reati?