Cronaca » Cagliari
Loading the player...

Cagliari, da dicembre via alla distribuzione dei bidoni per il porta a porta

Mercoledì 22 Novembre alle 13:11 - ultimo aggiornamento alle 14:47


Porta a porta, si parte. Da metà dicembre i contenitori per la raccolta differenziata saranno consegnati a domicilio ai cagliaritani, secondo un calendario diviso per zone che sarà comunicato passo dopo passo (si parte da Pirri e dal Poetto).

Ad annunciarlo questa mattina, in una conferenza stampa nei locali dell'assessorato all'Igiene del Suolo, il sindaco Massimo Zedda e l'assessore alle Politiche per il decoro urbano Claudia Medda. Dal 1 marzo saranno progressivamente eliminati i cassonetti stradali che entro tre mesi spariranno del tutto, in modo che a partire dal 1 giugno sarà a regime il porta a porta integrale. Complessivamente saranno consegnati oltre 503.800 contenitori, tra mastelli per organico, multimateriale, secco, plastica, carta e vetro (424.476), bidoni condominiali (oltre 15.900) e per utenze non domestiche (63.440).

Programmati 18 incontri informativi nei diversi quartieri, nelle scuole e con le associazioni di categoria. I mastelli saranno dotati di microchip, quindi immediatamente collegabili all'utente proprietario attraverso un particolare lettore in dotazione al personale incaricato della raccolta, cosa che consentirà il passaggio a un sistema di tariffazione puntuale. Operative anche tre isole ecologiche mobili: nel parcheggio all'angolo tra via Pisano e via Newton (accanto alla scuola Convitto), nel parcheggio Cuore, in prossimità del vecchio stadio Sant'Elia e nel parcheggio di via Puglia in zona cimitero San Michele.

Per la raccolta di carta e il cartone, il Comune ha invece siglato un accordo con il consorzio Comieco (presente il presidente Piero Attoma) che consentirà di portare la percentuale di differenziata al 70%.

"L'obiettivo - hanno spiegato il sindaco Zedda e l'assessora Medda - è arrivare ad avere una raccolta differenziata efficiente e una città più pulita, ci saranno delle difficoltà iniziali ma puntiamo ad abbattere i costi in modo da poter così diminuire la Tari".

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

1 commenti

  • deronwill 28/11/2017 21:51:00

    sarà la caporetto dell'amministrazione comunale. troppo problematico il porta a porta in interi quartieri della città, in cui i palazzoni di 6-7 piani non hanno nemmeno cortili per metterci dei bidoni condominiali.