Politica » Olbia

La campagna sarda di Silvio: vertice con i big isolani a Villa Certosa

Lunedì 13 Novembre 2017 alle 13:31 - ultimo aggiornamento Lunedì 13 Novembre 2017 alle 14:30


Silvio Berlusconi

Il centrodestra dovrà presentarsi compatto alle prossime elezioni politiche. Silvio Berlusconi da Villa Certosa fissa i paletti per il percorso di Forza Italia in Sardegna.

È stato un fine settimana di incontri (separati) per il leader azzurro, con il coordinatore regionale, Ugo Cappellacci, l'eurodeputato, Salvatore Cicu e il sindaco di Olbia Settimo Nizzi, per fare il punto della situazione. Si è discusso di alleanze, confini della coalizione e strategie, perché la nuova legge elettorale costringe i partiti a una prova di forza nei collegi uninominali e una più strategica in quelli proporzionali.

LA VISITA - Di dichiarazioni ufficiali sull'esito degli incontri non se ne parla. Gli interessati, però, riferiscono di un Berlusconi determinato a giocarsi la partita fino in fondo alle prossime politiche, anche nell'Isola. Per questo il presidente azzurro ha deciso di dedicare all'argomento una parte del fine settimana in Gallura.

Dalle poche indiscrezioni che filtrano uno degli argomenti è stato sul futuro della coalizione declinata nella realtà sarda. Il Rosatellum prevede che il calcolo della soglia di sbarramento venga fatto a livello nazionale. Fattore che suggerisce ai partiti a trazione regionale di stringere alleanze con forze presenti in tutte le regioni.

I SEGGI -Tra le fila di Forza Italia qualche nome circola e sono diversi gli aspiranti per un posto in Parlamento. Al Senato è quasi sicura la ricandidatura di Emilio Floris, che potrebbe essere il capolista nel collegio unico regionale. Non dovrebbero esserci dubbi per un posto alla Camera per il coordinatore, Ugo Cappellacci, che potrebbe competere sia nel collegio uninominale che come capolista nel listino.

I consiglieri regionali in lizza sono il capogruppo Pietro Pittalis e la sua vice Alessandra Zedda. In Gallura il nome di Giuseppe Fasolino potrebbe essere quello buono per il collegio uninominale, mentre al nel nord-ovest vorrebbe candidarsi l'algherese Marco Tedde.

Matteo Sau

IL VIDEO:

Video: Politica, manovre anche in Sardegna guardando alle regionali

Guarda questo video nel canale Multimedia

Loading the player...

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

5 commenti

  • IOL 13/11/2017 19:23:37

    Onzi caddu onu,torrat a runzinu. Contro l'inganno del tempo non v'è rimedio.
  • Murvoni 13/11/2017 19:17:46

    Hanno già deciso tutto loro, mi raccomando voi mettete solo la crocetta sulla scheda elettorale
  • wing1250 13/11/2017 18:26:02

    noto con piacere che gli effetti della propaganda comunista sono decisamente ancora presenti .il problema non sono i sardi e neppure berlusconi, compagni; il problema, da sempre, sete voi .
  • fabry62 13/11/2017 17:40:26

    renzi ha distrutto la sinistra, e forse in accordo precedente con questo individuo. spero che almeno noi sardi non saremmo così allocchi da credere in lui e alla solita aria fritta che regala ai boccaloni.
  • Steinbrueck 13/11/2017 16:55:23

    (La campagna sarda di Silvio) ancora? "mi sa che a i sardi ci piace