Cronaca

Aerei, spunta la nuova tassa: "Due euro in più sui biglietti"

Venerdì 10 Novembre alle 13:31


Foto d'archivio

Su ogni biglietto della continuità territoriale le tasse incidono già per il 47 per cento: un record - di cui i passeggeri farebbero a meno - che potrebbe essere ritoccato da gennaio 2018 con un aumento fino a due euro.

A chiedere l'impennata sono tre emendamenti fotocopia, proposti dai senatori di Pd, Ala e Fare. I testi istituiscono una nuova addizionale da un euro, ma le Città metropolitane, che incasseranno il 60 per cento della tassa, avranno la possibilità di innalzare il prelievo fino a 2 euro per ogni biglietto. In questo caso, tra andata e ritorno, i viaggiatori si troverebbero nel conto 4 euro in più.

BATTAGLIA - Gli emendamenti, che propongono anche l'aumento di un euro dei diritti di sbarco nei porti, sono stati messi nel mirino da tutto il settore del trasporto aereo, che genera il 3,6 per cento del Pil nazionale.

"È un ulteriore tributo che ricadrà sui passeggeri degli aeroporti delle città metropolitane, rafforzando lo squilibrio competitivo a favore del trasporto ferroviario, non soggetto a questo prelievo", lamentano le associazioni Iata, Assaeroporti, Assaereo e Ibar.

La richiesta, indirizzata direttamente al governo, è di sopprimere nella culla gli emendamenti, perché la tassa "potrebbe aumentare il costo del biglietto fino a 4 euro a passeggero per un viaggio di andata e ritorno e si aggiungerebbe a quelle già esistenti, aventi finalità spesso del tutto estranee al trasporto aereo".

L'ELENCO - Diritti d'imbarco, addizionale comunale, addizionale per Roma Capitale, security tax, imposta per il controllo bagagli. La nuova tassa ipotizzata in Senato andrebbe a finanziare gli "investimenti nei settori relativi alle funzioni fondamentali delle città metropolitane", come ad esempio la "dotazione infrastrutturale dei territori", ma potrebbe essere anche dirottata alla "salvaguardia degli equilibri generali di bilancio". Insomma: potrebbe tappare i buchi nei conti degli Enti locali.

GLI ATTACCHI - Per il coordinatore regionale di Forza Italia Ugo Cappellacci si tratta di "un'idea demenziale", che rappresenterebbe per l'Isola "una vera e propria beffa: da un lato la Regione stanzia i soldi per la continuità aerea per abbassare il prezzo dei biglietti, dall'altro lo Stato fa lievitare i costi per i passeggeri".

Il consigliere regionale azzurro Marco Tedde chiede invece "un immediato intervento di Pigliaru, affinché faccia sedere con urgenza attorno ad un tavolo tutti i parlamentari sardi, in modo da studiare un intervento per ostacolare questi emendamenti del Pd".

Michele Ruffi

***

 
blue air
Continuità aerea Alghero-Roma. La romena Blue Air in pole position

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook