Cronaca » Macomer

Dimensionamento scolastico, "conservare la terza autonomia del Marghine"

Giovedì 09 Novembre alle 10:45 - ultimo aggiornamento alle 11:34


Antonio Succu

Tre e non due le autonomie scolastiche nel Marghine.

Lo ha deciso all'unanimità l'assemblea dei sindaci dell'Unione dei Comuni del Marghine, rigettando le linee guida nazionali, che prevedevano solo due autonomie (entrambe a Macomer), cancellando di fatto quella di Bolotana, che non raggiungeva i 400 alunni previsti.

L'Unione dei Comuni ha quindi deciso di mantenere la terza autonomia, ma spostando a Silanus la sede, e ne faranno parte Bolotana, Lei, Bortigali e la stessa Silanus.

Mentre le due autonomie di Macomer manterranno Sindia, Borore, Birori, Dualchi, Noragugume e Sindia.

"I sindaci del Marghine - dice il presidente dell'Unione dei Comuni Antonio Succu - nel chiedere il mantenimento della terza autonomia scolastica intendono attenuare gli effetti negativi di linee guida nazionali, inadatte ai territori delle aree interne. È anche un messaggio forte, affinché il consiglio regionale si cimenti per fare una legge specifica che adatti il dimensionamento scolastico alle realtà locali".

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook