Cronaca » Ottana

Da due anni 130 ex lavoratori senza reddito, le accuse alla Regione

Lunedì 06 Novembre alle 10:47


Un sit-in dei lavoratori Legler

Da due anni 130 ex lavoratori della Legler, del calzificio Queen di Cartonsarda, a Ottana, sono senza un reddito e senza alcuna assistenza.

Sotto accusa la Regione, che ancora non ha dato risposta sull'apertura dei termini per l'assegnazione degli ammortizzatori sociali in deroga.

Dopo l'incontro dei sindacati col Prefetto di Nuoro, ora l'intervento del parlamentare di Mdp Michele Piras, che rivolge un appello alla Regione e all'Inps, affinché si risolva rapidamente la questione dei lavoratori che da due anni non godono degli ammortizzatori sociali in deroga.

"Mi auguro davvero che nessuna istituzione coinvolta sottovaluti ulteriormente la gravità della condizione sociale nella quale vive questo territorio, ormai da ann i- scrive il parlamentare in un documento - È una vicenda disgraziata che riguarda 130 persone in questo territorio, diverse altre centinaia in tutta la Sardegna e che investe in particolare le esistenze di lavoratori in età avanzata: troppo giovani per la pensione, troppo vecchi per lavorare. Il ritardo accumulato è di per sé inaccettabile e su questo tutte le rappresentanze del territorio dovrebbero muoversi in maniera più coordinata e decisa, per riconoscere quanto dovuto a coloro che sono rimasti esclusi e che si trovano a vivere in una condizione personale drammatica, quindi costruire un nuovo progetto di sviluppo per la Sardegna centrale, centrato su archeologia, ambiente, identità culturale ed enogastronomia, sul quale rivendicare risorse adeguate e un impegno serio del governo nazionale e regionale".

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile.

4 commenti

  • sardotoni 06/11/2017 17:03:29

    Associatevi ai vostri colleghi dell' eurallumina, loro sono esperti nello "sfruttare" al massimo gli ammortizzatori sociali.
  • lilo 06/11/2017 11:57:48

    A me era capitato di avere la cassa integrazione in deroga,inizio Settembre 2005,assegno Dicembre 2008,se non mi sarei mosso andando in giro per lavoro avendo le solite cose da pagare e mantenere la famiglia,mi dite come avrei fatto,?
  • TerreBrune 06/11/2017 11:52:08

    l'assistenzialismo è stata la rovina della Sardegna. E ancora continua ad esserlo. Basta è ora di finirla! la mancetta che questi hanno preso mensilmente è a carico di tutti gli italiani che pagano le tasse. Allora che si dicano le cose con il proprio nome: tutti i sardi con reddito dovrebbero versare 2-3 euro all'anno per pagare uno stipendio a costoro e accompagnarli alla pensione. In ogni caso segnalo che qui a Milano quasi ogni locale espone il cartello "cercasi banconista" "barista" ecc.
  • user216902 06/11/2017 11:19:25

    2 anni senza reddito? ammortizzatori sociali?........ come aspettare la pioggia nel deserto... gente svegliateviiiii l'italia con quella mentalita' "tanto ci sara' sempre qualcosa" e' finito quel periodo e le conseguenze saranno drammatiche.