Cronaca

Continuità, i Riformatori: "Niente posti in aereo per Natale. Inaccettabile"

Lunedì 06 Novembre alle 16:20 - ultimo aggiornamento alle 21:37


L'aeroporto di Elmas

I collegamenti aerei tra la Sardegna e il resto d'Italia continuano a tenere banco nel dibattito politico.

A innescare l'ultima polemica è stato il consigliere regionale dei Riformatori sardi Michele Cossa, che ha annunciato la presentazione di una interrogazione al presidente della Regione Pigliaru e all'assessore regionale ai Trasporti.

"Anche quest'anno la continuità territoriale diventa una farsa nei periodi di punta dell’anno: i sardi non hanno nessuna possibilità di rientrare da Milano nei giorni immediatamente precedenti il Natale".

Cossa ha passato in rassegna le prenotazioni per i giorni 21, 22 e 23 dicembre. Risultato: "Non c’è un solo posto disponibile. Forse si può trovare qualcosa nella tarda serata del 24 dicembre, ma per il momento Alitalia non prevede posti aggiuntivi. Una situazione inaccettabile - la chiosa - che richiede un intervento immediato della Regione per garantire ai tanti sardi che lavorano o studiano nel Nord Italia di poter festeggiare il Natale in famiglia".

(Redazione Online/l.f.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile.

3 commenti

  • user215011 06/11/2017 22:15:36

    Riformatori? Ma cos'è che li tiene in piedi? E' vero: la cosiddetta "continuità" territoriale doveva servire a facilitare il movimento dei Sardi, dando loro l'impressione di non essere poi così "isolati", non certo per fare una specie di "sconto" ai forestieri più bizzarri che ambiscono passare le ferie in Sardegna il cui simbolo è diventato la "Costa Smeralda" e "Villa Certosa". Ma è inutile lamentarsi. In materia di turismo siamo e siamo stati dei dilettanti senza cervello.
  • Torpedone 06/11/2017 20:28:18

    Ma nessuno dice nulla per il fatto che Meridiana adesso sui 737 NON accetta barellati? Mi sembra assurdo!
  • user220048 06/11/2017 17:54:16

    Se i Riformatori non si fossero impuntati a voler utilizzare la continuità territoriale, non per rendere facile il movimento dei sardi, ma utilizzando i soldi arrivati dal Governo per favorire gli albergatori, con in testa Crisponi, estendendo a tutti i benefici che per l'Europa diventano aiuti di Stato. Hanno fatto i pasticci e ora hanno anche il coraggio di criticare.